5155 Letture

I fondatori di Google iniziano a cedere le loro azioni

Ha avuto ampia risonanza, nel corso del fine settimana, la notizia che i due fondatori di Google - Larry Page e Sergey Brin - hanno deciso di adottare un piano quinquennale di cessione di azioni, con l'obiettivo di vendere qualcosa come 5 milioni di azioni ciascuno.

Concretamente, questa misura ridurrebbe il peso specifico dei due fondatori nel consiglio di amministrazione della società: il loro potere di voto combinato, in ogni caso, passerebbe dal 59% attuale al 48%, senza dunque pregiudicare il controllo della società.

Secondo gli analisti, al cambio attuale la cessione di quote dovrebbe portare nelle casse di ciascuno dei due manager qualcosa come 2,75 miliardi di dollari.

Inevitabili le speculazioni sul disinvestimento, immediatamente rispedite al mittente: "entrambi i manager continuano a essere impegnati su Google, sulla gestione dell'azienda e sulla strategia di prodotto" è la risposta inviata via mail agli analisti.

I fondatori di Google iniziano a cedere le loro azioni - IlSoftware.it