4446 Letture

I messaggi a pagamento su Facebook costano un dollaro

Facebook sta cercando nuove strade per fare business e monetizzare le attività dei milioni di utenti iscritti al social network. L'ultima novità è che la piattaforma fondata da Mark Zuckerberg permetterà di inviare messaggi personali anche a coloro che non sono amici. Gli invii saranno però possibili solamente versando l'importo di un dollaro. Facebook spiega che l'iniziativa è pensata con lo scopo di evitare che la nuova funzionalità possa essere sfruttata per l'invio di messaggi di spam: "l'obolo" richiesto dovrebbe scongiurare spedizioni di massa aventi come unico obiettivo quello di pubblicizzare un prodotto od un qualunque sito web.

I messaggi provenienti da mittenti "sconosciuti" (non inseriti nella propria lista di amicizia) vengono al momento salvati nella sezione "Altri", controllata poco di frequente da chi possiede un account Facebook. La nuova modalità di invio di messaggi a pagamento consentirà di superare questa limitazione tanto che le comunicazioni verranno recapitate nella "posta in arrivo".


Per il momento, solamente gli utenti statunitensi potranno usufruire della nuova funzionalità che viene presentata come del tutto sperimentale (non è dato sapere quindi se e quando sarà estesa alle altre nazioni).

Entrano in vigore, per tutti gli utenti, invece, dei nuovi filtri sui messaggi in arrivo. Se prima era possibile stabilire chi poteva inviare messaggi in forma privata, adesso si può optare tra "filtri di base" e "filtri più restrittivi". La prima impostazione consente di visualizzare le comunicazioni provenienti dagli amici e da altre persone che si potrebbero conoscere mentre il secondo pone maggiore enfasi sui messaggi degli amici ponendo tutti gli altri in secondo piano.

I messaggi a pagamento su Facebook costano un dollaro - IlSoftware.it