4922 Letture
I sistemi Windows 7 e Windows 8.1 con Kaby Lake o Ryzen non si aggiorneranno

I sistemi Windows 7 e Windows 8.1 con Kaby Lake o Ryzen non si aggiorneranno

Microsoft "chiude i rubinetti" di Windows Update sui sistemi Windows 7 e Windows 8.1 che utilizzano i processori Intel Kaby Lake e AMD Ryzen.

L'obiettivo di Microsoft è quello di spronare quanti più utenti possibile a passare da Windows 7 e Windows 8.1 a Windows 10.
A conferma di ciò basti pensare che l'aggiornamento da Windows 7 e Windows 8.1 a Windows 10 resta gratuito ancor'oggi: Aggiornare a Windows 10 è ancora possibile senza sborsare un centesimo.

I sistemi Windows 7 e Windows 8.1 con Kaby Lake o Ryzen non si aggiorneranno

Adesso Microsoft ha trovato validi alleati in Intel e AMD dal momento che i nuovi processori Kaby Lake e Ryzen sono dichiarati incompatibili sia con Windows 7 che con Windows 8.1.
Ciò non significa che una macchina dotata di CPU Intel Kaby Lake o AMD Ryzen non possa avviare Windows 7 o Windows 8.1 ma che non è possibile sfruttare nessuna delle funzionalità avanzate.


Microsoft ha quindi deciso di bloccare gli aggiornamenti per Windows 7 e Windows 8.1, distribuiti attraverso Windows Update, sui sistemi dotati di CPU Kaby Lake o Ryzen.
"Il tuo PC utilizza un processore non supportato in questa versione di Windows" è il messaggio d'errore che comparirà durante la ricerca degli aggiornamenti con Windows Update.

L'aggiornamento responsabile dell'imposizione del "blocco" sarebbe KB4012982.

Nella stessa pagina di supporto, Microsoft conferma che con Windows 10 viene offerto il supporto per i processori Intel Kaby Lake di settima generazione, AMD Ryzen e Qualcomm Snapdragon 820.