lunedì 5 giugno 2017 di Michele Nasi 1560 Letture
IBM presenta i suoi chip a 5 nm, per superare l'architettura FinFET

IBM presenta i suoi chip a 5 nm, per superare l'architettura FinFET

IBM porta ancora più all'estremo i limiti per ciò che riguarda la miniaturizzazione di transistor e chip.

IBM non dispone di stabilimenti per la produzione dei suoi chip. Così collabora da tempo con Samsung e GlobalFoundries per mettere a punto i vari processi costruttivi.
Big Blue annuncia di aver compiuto un ulteriore passo in avanti verso la miniaturizzazione estrema: è infatti ormai pronta la tecnologia che tra qualche anno permetterà di immettere sul mercato chip a 5 nm.

Grazie al nuovo traguardo, sarà possibile integrare in un unico chip delle dimensioni di un'unghia ben 30 milioni di transistor.

IBM presenta i suoi chip a 5 nm, per superare l'architettura FinFET

Anziché ricorrere all'architettura FinFET, gli ingegneri di IBM hanno scelto di impilare, l'una sopra l'altra, più lamine di silicio utilizzando poi - nelle aree laterali - dei nanofili anch'essi in silicio che consentono di scongiurare la fuga di elettroni.

Secondo IBM i nuovi chip a 5 nm garantirebbero un miglioramento del 40% in termini prestazionali rispetto a quelli a 10 nm grazie al maggior numero di transistor (10 milioni in più).
Oppure, gli stessi chip a 5 nm possono ridurre i consumi del 75% rispetto ai predecessori utilizzando lo stesso numero di transistor.

IBM presenta i suoi chip a 5 nm, per superare l'architettura FinFET

Agendo sull'ampiezza dei transistor si possono aumentare prestazioni oppure efficienza energetica. La soluzione presentata da IBM, che si ispira a quella recentemente presentata da Samsung (Samsung, ambizioso piano per realizzare chip a 4 nm entro il 2020) si dimostra scalabile e versatile permettendo di plasmare i nuovi chip a seconda delle necessità e di guardare a un'ulteriore futura miniaturizzazione.

Ad ogni modo, non ci si aspetti di vedere i primi processori a 5 nm. Non sono arrivati neppure quelli a 7 nm che AMD (almeno per quanto riguarda le sue GPU) e Samsung dovrebbero lanciare nel corso del 2018 (Samsung, processori a 7 nm all'inizio del 2018).