1810 Letture

IBM segue la scia di Google

È atteso per oggi l’annuncio da parte di Ibm di Lotus Symphony, una soluzione che segna un importante ritorno di Big Blue nel mondo del software per la produttività personale.
Lotus Symphony dovrebbe costituire infatti una alternativa gratuita e online a Microsoft Office, includendo dunque word processor, foglio elettronico e software di presentazione.

Symphony, secondo le anticipazioni riportate dalla stampa statunitense, deriva direttamente da OpenOffice.org, consorzio con il quale Big Blue ha da tempo stabilito un rapporto di stretta collaborazione, fino all’annuncio, la scorsa settimana, di una sua adesione diretta all’associazione stessa. In termini concreti, questo significa che Ibm ha messo a disposizione 35 programmatori full time e ha promesso di contribuire con importanti porzioni di codice.

Appare evidente che con questo annuncio Ibm lancia un segnale importante: si tratta comunque di prodotti Ibm, promossi e supportati dall’azienda, con il suo brand e con i suoi servizi. Cosa che non può non avere impatto sulle percezioni e sulla disponibilità all’adozione da parte del mondo corporate.


Come per Google, che proprio ieri ha rafforzato la sua offerta con il software di presentazione, anche per Ibm Symphony dovrebbe rappresentare il primo passo di una strategia di rilasci di più ampio respiro. Intanto, si sa che Symphony dovrebbe supportare sia Open Document sia il formato di Microsoft Office.
www.01net.it

IBM segue la scia di Google - IlSoftware.it