2890 Letture

Il futuro di Intel passa anche per la "Internet TV"

Sino ad oggi i dispositivi set-top box non hanno riscosso grande entusiasmo tra gli utenti. Intel, tuttavia, si dichiara pronta a scendere in lizza. Entro la fine di quest'anno - ha svelato Erik Huggers (nella foto a lato), responsabile di Intel Media - l'azienda lancerà sul mercato un servizio per la fruizione di contenuti multimediali sul televisore, attraverso la connessione a banda larga, ed un set-top box, apparecchio che consentirà di fruire di una vasta gamma di possibilità anche sui TV più vecchi. Anche se non cita espressamente i nomi dei progetti che sono stati sino ad oggi realizzati (Google TV ed Apple TV in primis), Huggers sembra quasi derubricarli a semplici esperimenti ed anticipa l'arrivo di una piattaforma del tutto nuova, prodotta sotto l'ala di Intel.
"Abbiamo lavorato circa un anno per dare la luce ad Intel Media, una nuova divisione che conta sulla partecipazione di numerose figure provenienti da altre realtà (Apple, Netflix, Google, BBC,...)", ha spiegato Huggers. "Per la prima volta (...) presenteremo ai consumatori una serie di nuovi prodotti tecnologici con un nuovo marchio. Si tratta di un brand associato ad Intel ma sarà necessario aspettare un po´ per capire di che cosa si tratta. Stiamo parlando di un prodotto costruito su tecnologia Intel e dotato di un design accattivante".
Il dispositivo realizzato da Intel sarà certamente dotato di una videocamera che, evidentemente, potrà essere utilizzata per vari scopi. Probabilmente per effettuare videoconferenze, per interagire con la TV e per riconoscere chi è davanti al monitor proponendogli solo programmi ed applicazioni sulla base dei suoi gusti e delle sue preferenze. Per veicolare i contenuti video, la scelta di Intel sarebbe ricaduta sul codec HEVC al posto di H.264.

Il futuro di Intel passa anche per la