5258 Letture

Il kernel Linux 3.0 punta sulla virtualizzazione

La precedente versione del kernel Linux era la 2.6.39.3.
Ora si passa alla 3.0, in onore dei vent'anni del kernel del sistema operativo libero creato da Linus Torvalds.
Il kernel era pronto lo scorso 19 luglio, ma un bug scoperto all'ultimo minuto e la conseguente attività di patching e verifica ha richiesto qualche giorno di ritardo nel rilascio.

Torvalds ha dichiarato trattarsi di un aggiornamento di routine, peraltro il passaggio alla 3.0 portare con sé miglioramenti alla virtualizzazione e al supporto file system, al netto della usuale sistemazione dei bug e dei perfezionamenti riguardanti la performance complessiva del sistema.

In particolare, la nuova versione del kernel è la prima in grado di riconoscere i privilegi DomO (domain zero) dell'hypervisor Xen, che in tal modo può essere utilizzato come layer primario o privilegiato sul computer che fa girare Linux 3.0.
Ampliato il supporto del file system storage Btrfs e migliorato il modo di interagire con Exta, il file system che è presente di default in molte distribuzioni.
Miglioramenti anche sul fronte networking, con un compilatore Jit per i pacchetti di rete e con Wake on Wireless Lan. Tutti i dettagli sulla nuova versione del kernel Linux, sono disponibili cliccando qui.


www.01net.it

  1. Avatar
    gnulinux866
    26/07/2011 16:16:27
    Sto provando il Kernel Linux 3.0 su Ubuntu 11.10 daily, altro che update di routine dal punto di vista delle performance è un grosso passo in avanti.
Il kernel Linux 3.0 punta sulla virtualizzazione - IlSoftware.it