3135 Letture

Il successore di JPEG? HD Photos.

Microsoft intende usare ogni mezzo a sua disposizione per far diventare uno standard il proprio formato di compressione delle immagini digitali HD Photos. L'obiettivo dichiarato della società di Bill Gates è quello di proporre ai fotografi e ai costruttori di fotocamere un formato in grado di rimpiazzare il notissimo JPEG.

Ricordiamo che HD Photos è frutto di diversi anni di ricerca e sviluppo da parte di Microsoft, che hanno consentito di dar vita a un formato che:
- può memorizzare colore a 16 o 32 bit, permettendo quindi un maggior dettaglio rispetto a JPEG che si limita a 8 bit;
- fornisce un livello di compressione doppio rispetto a JPEG, mantenendo però lo stesso livello qualitativo;
- è progettato per operare al meglio con i processori presenti nelle fotocamere digitali, riducendo la quantità di memoria necessaria grazie alla capacità di elaborare un'immagine “ a pezzi” senza doverla preventivamente memorizzare tutta.
Per quanto è dato a sapere, l'acronimo HD non ha un significato particolare, ma, in virtù delle sue caratteristiche, Microsoft spera possa diventare sinonimo di high quality, sottintendendo così un vantaggio rispetto al JPEG simile a quello che permette di avere l'HDTV rispetto al formato TV tradizionale.


Il primo passo verso la standardizzazione di HD, la società di Seattle l'ha compiuto già lo scorso novembre, quando ha deciso di cambiarne il nome, che originariamente era Windows Media Photo, e quindi evidentemente troppo legato a Micosoft per poter dar vita a qualcosa di indipendente. Inoltre, l'azienda stessa ha dichiarato che la tecnologia HD Photo è coperta dall'Open Specification Promise, un accordo secondo il quale Microsoft si impegna a non rivendicare i diritti d'autore su tale tecnologia, rendendola così facilmente accessibile a tutti gli sviluppatori di software.

Ma non solo. Anche a tutti i produttori di fotocamere che decideranno di implementarla all'interno delle loro machcine. In questo senso, Micron, uno dei principali costruttori di processori e sensori per digicamere, si è già pronunciata a favore dell'iniziativa di Microsoft. Il responsabile della divisione digital camera ha infatti detto che sono continuamente alla ricerca di un modo per realizzare dispositivi in grado di gestire una più ampia gamma di colori. E HD Photos, quale formato standard e non proprietario, potrebbe essere una valida soluzione a questo problema.


È evidente che, affinché la sua proposta abbia successo, Microsoft deve creare un ecosistema che annoveri al suo interno sia chi produce le fotocamere sia che sviluppa il software. E per ottenere questo risultato il formato deve essere totalmente slegato dalla società che l'ha realizzato. La quale però in futuro, qualora HD Photos diventasse il formato privilegiato per i servizi di condivisione, editing e stampa di foto digitali, potrebbe monetizzare i propri sforzi diventando il fulcro del mondo della fotografia digitale consumer.

HD, Photos, la cui candidatura a divenire standard de facto sarà proposta nei prossimi giorni alla Photo Marketing Association, la più importante manifestazione a carattere fotografico al mondo, è ovviamente supportato all'interno del nuovo sistema operativo Windows Vista.
www.01net.it

Il successore di JPEG? HD Photos. - IlSoftware.it