7327 Letture

In arrivo le modifiche alla funzionalità "autorun"

Di quanto la funzionalità "autorun" (od "AutoPlay") di Windows sia sfruttata per eseguire malware abbiamo spesso parlato (ved., ad esempio, questo articolo). Il caso più eclatante è quello del worm Conficker che per diffondersi, oltre alla mancanza della patch di sicurezza MS08-067, è capace di infettare dispositivi rimovibili quali chiavette USB ed hard disk portatili. Nel momento in cui un'unità infetta viene collegata al sistema, nel caso in cui l'"autorun" sia abilitato, il malware potrebbe automaticamente attivarsi.

Con un annuncio ufficiale, Microsoft ha fatto presente che presto modificherà il comportamento della funzionalità "autorun". Le novità, visibili già nella "Release Candidate" di Windows 7 - in procinto di pubblicazione -, saranno poi estese a Windows Vista e Windows XP attraverso il rilascio di un aggiornamento specifico.


L'"autorun" non sarà più attivo per le unità rimovibili, fatta eccezione per i supporti CD e DVD. Inoltre, verrà comunque aggiunta una nuova finestra di allerta che visualizzerà tutti i dettagli sull'applicazione che sta tentando di avviarsi in modo automatico. Nel caso dei drive USB "intelligenti" - quali gli U3 (ved. in calce a questa pagina - potendo essi operare come unità CD/DVD, saranno sempre considerati come tali.

Oltre all'"inedito" comportamento della funzionalità "autorun", sono trapelati alcuni dettagli relativi al quantitativo di memoria che Windows 7 potrà supportare. La versione a 32 bit del sistema operativo consentirà di fruire, al massimo, di 4 GB di RAM. Le versioni a 64 bit dovrebbero avere invece le seguenti limitazioni: 8 GB per le edizioni "Starter" ed "Home Basic"; 16 GB per la "Home Premium"; 192 GB per le edizioni "Professional", "Enterprise" ed "Ultimate".

In arrivo le modifiche alla funzionalità "autorun" - IlSoftware.it