7803 Letture

Intel non adotterà Windows Vista

La notizia è sicuramente destinata destare un certo scalpore: Intel, da sempre il più strenuo sostenitor e alleato di Microsoft, non aggiornerà gli 80.000 computer dei propri dipendenti da Windows XP a Windows Vista. A dare tale notizia è il New York Times, che, riportando le parole di una fonte interna all’azienda, scrive: "Non è una questione di mancanza di rispetto nei confronti di Microsoft, semplicemente lo staff di information technology di Intel non ritiene di primaria necessità effettuare l’aggiornamento a Vista".

Tale fonte precisa che la decisione sarebbe stata presa dopo un lungo periodo di test nel quale il dipartimento It ha valutato in modo dettagliato i costi e i benefici che avrebbe comportato la migrazione a Vista. Un portavoce di Intel sottolinea tuttavia che alcuni dipartimenti di Intel stanno usando Vista, ma non si avrà comunque un deployment a livello aziendale.


D’altra parte, come molte altre grandi aziende, sin dal rilascio di Windows Vista Intel aveva affermato che avrebbe aspettato almeno un anno prima di adottare il sistema operativo. In pratica, l’obiettivo era attendere l’arrivo del primo service pack. Ora, dopo aver valutato anche gli aggiornamenti apportati da Microsoft a Vista con l’Sp1, arriva la decisione di non adottare Vista a livello aziendale. Ma, visti i rapporti che intercorrono tra le due aziende, non è detto che tale decisione sia davvero definitiva.
www.01net.it

  1. Avatar
    Iskander
    03/07/2008 08:02:49
    Linux a pagamento ce ne sono tanti, Suse, Mandriva e altri che offrono il supporto a pagamento. Il fatto che Linux non sia user friendly è un falso poblema: se uno non riesce ad usare Ubuntu è meglio che passi al pallottoliere, non a Windows perché il risultato è che si fa un sistema a prova di idiota, solo gli idioti lo useranno. Comunque, se può interessare, la Nasa, sul suo nuovo super computer da 245 teraflops, da utilizzare per la simulazione di missioni spaziali, deve installare un Linux, Suse nello specifico, certamente non Vista: che voglia tutelare la vita dei propri astronauti? http://punto-informatico.it/p.aspx?i=2279254
  2. Avatar
    Longynus
    28/06/2008 23:28:38
    Citazione: ...Linux , più sicuro, efficiente e completamente senza costi di licenza...


    Parto dal presupposto che Linux lo adoro e lo uso per diversi aspetti, e ne sono sempre rimasto soddisfatto :D, sebbene ad oggi la totale esclusione di Windows dalla propria macchina risulti una scelta fin troppo drastica (dobbiamo ammetterlo, dipendiamo da Windows per svariati aspetti). Volevo solo ricordare come diversi articoli sulla rete abbiano finora sottolineato che Linux come sistema operativo non è più sicuro, ma è semplicemente il meno bersagliato. Ad oggi circa l'80% (e non vorrei sbagliarmi in difetto) delle macchine sulla rete montano Windows, quindi non suona poi così strano che la maggior parte degli attacchi siano ad esso diretti. Parlare di sicurezza di Linux solo perchè ad oggi non ci sono "molti" attacchi noti contro quest'ultimo è un errore diffuso, oltre che un mito da sfatare.... :wink:
  3. Avatar
    J&K
    28/06/2008 17:25:43
    Citazione: io continuo a non capire cosa aspettino le grandi aziende per passare a Linux , più sicuro, efficiente e completamente senza costi di licenza... forse dal momento che qualcuno ne metterà in commercio una release a pagamento a qualcuno piacerà di più

    Se ci sono grosse aziende come Intel che non utilizzano Linux come SO evidentemente ci sono tanti motivi (oltre a quelli economici), e affermazioni del tipo ' è più sicuro, più performante, ecc...' lasciano il tempo che trovano.
    Per finire, linux a pagamento esiste già da tempo e si chiama Red Hat.
  4. Avatar
    gegnottolin
    28/06/2008 09:17:59
    Citazione: io continuo a non capire cosa aspettino le grandi aziende per passare a Linux :?: , più sicuro, efficiente e completamente senza costi di licenza... forse dal momento che qualcuno ne metterà in commercio una release a pagamento a qualcuno piacerà di più :lol:

    anch'io preferisco Linux, ma devo purtroppo ammettere che non è "user friendly" come Windows :cry:
  5. Avatar
    alex69
    27/06/2008 22:55:21
    io continuo a non capire cosa aspettino le grandi aziende per passare a Linux :?: , più sicuro, efficiente e completamente senza costi di licenza... forse dal momento che qualcuno ne metterà in commercio una release a pagamento a qualcuno piacerà di più :lol:
  6. Avatar
    Zago
    27/06/2008 16:24:17
    beh 80.000 non sono pochini ...
    le aziende non cambiano il parco software solo perkè c'è qualcosa di nuovo, ma solo se di quel nuovo hanno realmente bisogno
Intel non adotterà Windows Vista - IlSoftware.it