4664 Letture

L'Ubuntu Phone arriverà a fine febbraio: si parla di app

Canonical, la società fondata e finanziata dall'imprenditore sudafricano Mark Shuttleworth, da sempre impegnata nello sviluppo e nel supporto della distribuzione Linux Ubuntu, ha confermato l'intenzione di lanciarsi nell'agone dei sistemi operativi destinati ai dispositivi mobili. Ne avevamo già parlato nell'articolo Canonical: Ubuntu sbarca anche sugli smartphone e di recente l'ingegnere Alan Pope aveva offerto una data: a fine febbraio prossimo tutti gli interessati potranno scaricare l'immagine del sistema operativo "Ubuntu phone" compatibile con gli smartphone Galaxy Nexus. Si tratta di un primo passaggio che permetterà poi di portare, successivamente, il nuovo sistema operativo su una più vasta gamma di telefoni.

La società di Shuttleworth assicura che l'"Ubuntu phone" sarà molto più che un semplice "esercizio di stile" annunciando il progetto CoreApps, una dozzina di applicazioni che permetteranno di utilizzare fattivamente lo smartphone convertito alla piattaforma Canonical. Nel pacchetto CoreApps saranno presenti orologio, calcolatrice e sveglia, informazioni e previsioni meteo, client di posta elettronica, integrazione con i principali social network (Facebook e Twitter in primis), con YouTube, file manager, visualizzatore di documenti, gestore RSS e finestra "terminal".

Da Canonical si assicura che le applicazioni incluse nel progetto CoreApps saranno parte integrante dell'immagine che verrà distribuita all'incirca tra un mese. Altre applicazioni che non sono al momento parte del progetto potranno poi essere scaricate separatamente.


Maggiori informazioni su CoreApps sono disponibili in queste pagine.

L'Ubuntu Phone arriverà a fine febbraio: si parla di app - IlSoftware.it