3274 Letture

L'anteprima di Office 12

Si accendono i riflettori su Office 12. Diecimila tester stanno in queste ore mettendo le mani sulla beta 1, scaricabile dal sito beta.microsoft.com (in questo momento risulta irraggiungibile assai probabilmente a causa dell'enorme traffico generato). La beta 2 è attesa nella primavera del 2006 e la versione definitiva è prevista per l'autunno dell'anno prossimo.
A illustrare il calendario dei lavori è Jeff Raikes, President della Business Division di Microsoft Inc, uno dei massimi dirigenti mondiali della casa di Redmond in visita in Italia.
Raikes ha illustrato alcune delle nuove funzionalità di Office 12, che sposta l'asse dalla "semplice" produttività individuale alla produttività del business e del team di lavoro nel suo complesso.
"Anche perché – illustra Raikes – vengono prodotti 800 MB di informazioni ogni anno per persona. E ogni singolo utente perde circa il 25% del proprio tempo alla ricerca del dato giusto".
Numeri che fanno riflettere e che rappresentano la vera sfida di pacchetti come Office 12. Le cui novità si dipanano essenzialmente lungo tre direttrici: un nuovo formato di default per memorizzare i file (XML), nuovi strumenti per favorire la team collaboration, una rinnovata interfaccia utente.
Partiamo proprio da quest'ultima. E' stata completamente ridisegnata per consentire agli utenti di focalizzare la propria attenzione su ciò che desiderano fare piuttosto che sulle modalità per farlo.
I menu e le barre degli strumenti vengono sostituiti con schede di comandi grafici che permettono di visualizzare immediatamente una opzione. Ad esempio, se in un foglio Excel si deve realizzare un grafico, la parte alta dello schermo verrà occupata dalla libreria dei grafici a disposizione con anteprima. Questi comandi grafici sono "content sensitive", ovvero appaiono nel momento in cui servono e scompaiono quando non servono più.
Passando ad Outlook è stata migliorata la gestione dei task. Sulla destra trova adesso posto una "To-Do bar" che in un piccolo pannello permette di tenere sotto controllo le ultime e-mail, le attività in corso e in scadenza, gli appuntamenti. La To-Do bar integra anche un lettore di feed RSS.
Quando si vuole contrassegnare un messaggio, la prima opzione è la scelta del giorno di scadenza (anziché i colori rosso, blu, giallo eccetera, poco significativi). Una volta scelta, viene automaticamente aggiornato il calendario e la To-Do bar. Piccoli aggiornamenti, ma che consentono di aumentare la produttività.
La nuova versione di Outlook permetterà poi di vedere l'anteprima degli allegati (presentazioni in PowerPoint, documenti, immagini) direttamente nel messaggio, senza dover aprirli.
Migliorata anche la velocità nella ricerca dei dati fra le e-mail Secondo quanto comunicato da Raikes, il motore di ricerca interno di Outlook 12 è del 25-30% più veloce rispetto all'attuale.
Con un solo clic, da Outlook sarà possibile creare dei "workspace" (spazi di lavoro) sul server che permetteranno a un team di lavoro di condividere dati e documenti. Office 12 si arricchisce di quelle funzionalità "server"per l'integrazione con le applicazioni aziendali di CRM e Business Intelligence.
Quanto al formato, Office 12 adotterà come standard l'XML che diventerà il formato di default di Word, Excel e PowerPoint.
In base a quanto comunicato da Microsoft, l'Office Open XML produce file di dimensioni minori, garantisce una migliore capacità di recupero dei dati da file danneggiati o corrotti e aumenta la sicurezza grazie a un maggior controllo del contenuto dei file.
Verrà supportato il formato PDF ("è stata una specifica richiesta dei clienti" ha ammesso Rikes). Quanto a OpenDocument, Rikes si è mostrato scettico: "Continueremo a seguire con attenzione il dibattito su ODF, ma onestamente non ritengo che sarà una richiesta fondamentale dei clienti. In ogni caso, saranno disponibili dei convertitori per il porting realizzati da terze parti".
www.01net.it

L'anteprima di Office 12 - IlSoftware.it