2079 Letture
LG G7 ThinQ, smartphone top di gamma che trae ispirazione dall'iPhone X di Apple

LG G7 ThinQ, smartphone top di gamma che trae ispirazione dall'iPhone X di Apple

LG ha presentato il suo nuovo smartphone capace di sfruttare l'intelligenza artificiale per migliorare la resa delle foto. Ampio schermo da 6,1 pollici, processore Snapdragon 845 e design simile all'iPhone X.

LG ha preferito, in passato, posticipare la presentazione del suo nuovo smartphone G7, verosimilmente perché l'azienda sudcoreana aveva intenzione di rivedere il design del dispositivo. Il risultato degli sforzi dei tecnici è il G7 ThinQ appena presentato, un dispositivo che appare lontano dall'essere davvero innovativo e si presenta a un primo sguardo come un oggetto dal look molto simile a quello che contraddistingue l'iPhone X di Apple.

Il dorso di LG G7 ThinQ è realizzato in vetro e favorisce la ricarica wireless della batteria da 3.000 mAh prevista in dotazione, un po’ scarsa per uno smartphone Android che misura 153,2 x 71,9 x 7,9 mm.

LG G7 ThinQ vanta la certificazione IP68 essendo resistente alla polvere e all'immersione in acqua e segue le stringenti specifiche MIL-STD 810G assicurando massima resistenza agli urti.

LG G7 ThinQ, smartphone top di gamma che trae ispirazione dall'iPhone X di Apple

Seppur dotato di uno schermo da 6,1 pollici (risoluzione pari a 3120 x 1440 pixel), il G7 ThinQ è un telefono non eccessivamente ingombrante o pesante.
Il display è un IPS di alta qualità basato su un pannello 10 bit, capace di riprodurre il 100% dei colori della gamma DCI-P3 con una luminosità massima di 1.000 nits, compatibile con lo standard HDR10. Da qui il nome che LG ha assegnato al nuovo schermo: Superbright.

Cuore pulsante del G7 ThinQ è il SoC Snapdragon 845, utilizzato quest'anno nei telefoni Android di fascia più alta. Accompagnato nel modello base con 4 GB di memoria RAM e 64 GB di storage interno ultraveloce (UFS 2.1), il nuovo smartphone di casa LG consta di uno slot per l'inserimento di schede microSD (fino a 2 TB di capienza) e offre supporto Bluetooth 5.0, WiFi 802.11 ac, chip NFC, connettore USB 2.0 Type-C, lettore di impronte digitali, ricarica veloce e in modalità wireless, come accennato in precedenza.


Preinstallato c'è Android 8.0 Oreo: gli utenti potranno accedere in maniera molto efficace all'assistente Google Assistant grazie anche al microfono direzionale e ad elevata sensibilità, in grado di registrare voci in modo chiaro anche a distanza.


LG ha preferito non mandare in pensione il jack cuffia da 3,5 mm e non ha lesinato attenzioni alla sezione audio e multimedia in generale. Il G7 ThinQ propone infatti un chip audio ESS Sabre ES9218 e il già noto "tetra-DAC" a 32 bit. L'altoparlante integrato ha una dimensione ancora più ampia (+39%) e sfrutta una tecnica costruttiva che permette di rendere i suoni (DTS:X 3D) tre volti più potenti rispetto a quelli prodotti dal vecchio G6.

Il dispositivo monta una doppia fotocamera posteriore con sensori da 16 Megapixel e apertura focale f / 1.9; la prima offre un angolo visivo di 71 gradi, la seconda di 107 gradi.
La fotocamera frontale da 8 Megapixel ha un'apertura pari a f / 1.9 e un angolo visivo di 80 gradi.
L'appellativo ThinQ deriva dal fatto che lo smartphone sfrutta l'intelligenza artificiale per migliorare dinamicamente la qualità delle foto.

Il prezzo del dispositivo non è stato ancora annunciato ufficialmente. LG G7 ThinQ debutterà dapprima in Corea del Sud e successivamente nel resto del mondo.

LG G7 ThinQ, smartphone top di gamma che trae ispirazione dall'iPhone X di Apple - IlSoftware.it