32737 Letture

La rinascita di BeOS? Rilasciato il nuovo kernel opensource

BeOS è stato, in passato, uno dei sistemi operativi che ci ha maggiormente convinto. Stabile e veloce si poneva come valida alternativa ai sistemi Windows facendo della compatibilità la sua arma migliore. BeOS riusciva a convivere con sistemi Windows senza causare problemi e garantendo la compatibilità tra i vari file system, quello proprietario e quelli utilizzati da Microsoft.
I suoi sviluppatori, tra i quali figurano alcuni programmatori che hanno lavorato su Amiga, lo chiamavano Media OS proprio perché è ottimizzato per le applicazioni multimediali.
Il suo sviluppo è stato, tuttavia, di recente, abbandonato dall'azienda produttrice Be. Oggi, BeOS sembra destinato a rinascere dalle ceneri grazie all'intervento della comunità OpenSource mondiale. E' stato infatti messo a disposizione il kernel di Open BeOS, il "nocciolo" del sistema operativo basato sul vecchio BeOS di Be.
Seguiremo da vicino l'uscita delle prime versioni del sistema operativo in versione open source.
Per maggiori informazioni fate riferimento al sito OpenBeOS.org.

La rinascita di BeOS? Rilasciato il nuovo kernel opensource - IlSoftware.it