1747 Letture

Leopard ritarda per colpa dell'iPhone

L'obiettivo primario è avere l'iPhone pronto per l'annunciato rilascio del mese di giugno.

Per questo motivo, Apple non solo ha deciso di spostare parte dei suoi sviluppatori e responsabili della qualità sul progetto iPhone, ma sceglie anche di pagare lo scotto di un ulteriore ritardo nel rilascio di Leopard, vale a dire la versione 10.5 di Mac Os X.

Slittato dunque l'atteso rilascio primaverile, la società dovrebbe essere in grado di distribuire una versione “quasi definitiva” del sistema operativo nel corso della Worldwide Developers Conference del mese di giugno, per essere poi disponibile commercialmente nel corso del mese di ottobre.

Negativo l'impatto sulla Borsa alla notizia, che era in realtà stata anticpata da alcune indiscrezioni nelle scorse settimane. Indiscrezioni che non avevano riscosso molto seguito, ma che si sono in effetti rivelate corrette.


Appare evidente che l'enfasi della società è in questo momento tutta sull'iPhone, ma qualche analista avanza l'ipotesi che il ritardo di Leopard possa avere un effetto negativo sul back to school, tradizionalmente uno dei momenti forti per le vendite di Apple.

La comunità Apple, secondo quanto riportano le cronache, non ha preso molto bene il ritardo, pur mostrandosi alla fine rassegnatamente paziente: un Leopard ritardo è comunque meglio di un Leopard difettoso.
www.01net.it

Leopard ritarda per colpa dell'iPhone - IlSoftware.it