8338 Letture

Massimo Marchiori lascia Volunia e spiega le sue ragioni

È un addio polemico quello che dalla fine della scorsa settimana ha separato Massimo Marchiori (nella foto a lato) dalla sua creatura Volunia.

Il ricercatore padovano, che nei mesi scorsi aveva conquistato le prime pagine dei quotidiani nazionali e l'attenzione di quelli internazionali con il suo progetto di un motore di ricerca sociale, lascia infatti il suo ruolo di direttore tecnico della società, non senza amarezza né qualche polemica.
Lo fa con una lettera aperta, inviata a Il Sole 24 Ore e a Wired, nella quale racconta tutta la "sua" storia. La storia di un progetto che nasce dal successo di un altro, quell'algoritmo di ricerca - il Pagerank - con il quale aveva contribuito allo sviluppo dell'algortirmo stesso di Google, cosa che del resto gli riconoscono anche gli stessi Larry Page e Sergey Brin. Ma anche la storia di un uomo che ha scelto la ricerca prima del suo successo personale.


"Non sono l'Amministratore Delegato di Volunia" - si legge nella lettera - "se il mio obiettivo fosse l'arricchimento personale, avrei da tempo abbandonato l'Università e l'Italia e accettato una delle offerte provenienti dall'estero. Mi sono invece immerso anima e corpo in questo progetto per la bellezza di far progredire il mondo del web, per il piacere di dare una scossa al futuro e fare qualcosa di utile. Ed anche per altri motivi, come quello di dare stimoli all'Italia, mostrare che si deve cercare di innovare, e non serve necessariamente scappare da questo Paese per farlo".

Marchiori racconta del lancio di Volunia, delle critiche, degli errori parlando anche di incomprensioni di fondo. Il riferimento è ad un progetto secondario che in Volunia prende il sopravvento sullo scopo primario della ricerca perché più "appealing" dal punto di vista del richiamo mediatico. Spiega Marchiori: "il progetto iniziale - per come lo avevo concepito già anni fa - non hai mai avuto un motore di ricerca proprietario. Il nome in codice era "metamaps", e la comprensione di tutto sta nel nome, appunto: meta. Un metalivello, perché è questa la chiave: essere su di un livello superiore, e riusare l'informazione presente nei livelli sottostanti. [...] Certo idee per fare un motore di ricerca semantico e non solo, soprattutto diverso da quelli esistenti, le ho da tempo. Ma il progetto metamaps, che ora in una piccola parte conoscete come Volunia, è ambizioso e richede tempo, risorse ed attenzioni. Fare un motore di ricerca proprietario è tutt'altra cosa che necessita di tempo e risorse completamente dedicate, ed ha alti gradi di difficoltà: e non si possono voler fare insieme tutte e due le cose. Ciononostante, il termine "motore di ricerca" attira di più, specie i non addetti ai lavori, che non "metalivello". E - contro il mio parere - è stato introdotto nel progetto l'elaborazione di un motore di ricerca proprietario".
Di certo quel "contro il mio parere" rende l'idea di dissapori non certo recenti. Ma il desiderio di proseguire nella ricerca, pur nella diversità di vedute, sarebbe bastato a Marchiori per non abbandonare progetto e azienda.
Invece, così lui scrive, c'è qualcosa di più. "Qualcun altro vuole dirigere al posto mio. Vuole poter decidere tutto, senza di me. E si è quindi sostituito alla mia posizione, intimandomi di farmi da parte". Marchiori ha deciso quindi di abbandonare il progetto pur senza lasciare le sue quote sociali né il posto in consiglio di amministrazione, in modo definitivo: "non guiderò più il team, non troverò più soluzioni a tutti i problemi che quotidianamente usciranno nel progetto, tantomeno darò supporto per il codice e gli algoritmi che ho ideato e che sono attualmente usati in Volunia".
Per il ricercatore padovano, forse, la libertà riconquistata. Per Volunia, certamente, un abbandono a se stessa.


Maggiori informazioni su Marchiori e sul progetto Volunia, sono disponibili in questi nostri articoli.

  1. Avatar
    alver
    22/06/2012 11:47:53
    Mi dispiace che il lavoro di VOLUNIA vada un un po' in papera per le solite storie di potere. VOLUNIA è a mio giudizio è partita un po' male come tutti hanno visto ed ora sentire che il creatore se ne va ..siamo in ITALIA un paese per la storia del potere...
  2. Avatar
    Losco
    11/06/2012 12:08:38
    Nerd o pozzi neri Marchiori è sicuramente una persona che ha dimostrato con i fatti che gli algoritmi ed i metalivelli producono denaro,tanto denaro,lavoro e risolvono problemi. Google infatti con il "suo"pagerank ha sicuramente ampliato il suo potere sul web. Oggi il medesimo signore ha un idea che potrebbe essere il futuro dei motori di ricerca e qualcuno non ha la pazienza di attendere o non trova coinvolgenti i termini che usa per descrivere il suo lavoro. Dieci anni fa forse anche pagerank suonava strano e sconosciuto mentre oggi chi ha una conoscenza informatica di base conosce il significato e si affida ad esso per trovare risultati più consoni. Scommetto che entro 2/3 anni avremo notizie di Marchiori su qualche big del web,useremo,magari senza saperlo,i suoi lavori e lui penserà più alle sue tasche e meno alla comunità italiana. Inutile dire che che alcuni commenti sono ridicoli come ridicolo è decidere se un commento abbia valore se correttamente scritto.Sicuramente fa piacere leggere ortografia e grammatica corretta ma sul web non si sa chi si ha davanti,uno che srive con un nokia del 92 con il T9,uno straniero che non conosce perfettamente la lingua,una persona che magari non ha studiato troppo ma ha una mente veloce e un intelligenza notevole o un professore di italiano che al di fuori della sua materia ha idee e preconcetti validi ai tempi di Cavour. Per chiudere quest'inutile commento dico solo che mi dispiace che persone di indubbie capacità debbano trovare ostacoli da chi vuol solo vendere un prodotto ed in fretta magari chiedendo modifiche o aggiunte impossibili o negative per il prodotto stesso.
  3. Avatar
    gio999
    11/06/2012 09:59:04
    Buongiorno sig. Giusto, complimenti per il nomignolo che si è scelto, ma pensa basta questo piccolo artefizio per farci credere giusto ciò che afferma? Un pò pochino come sostanza. Non guasterebbe che sia almeno "giusto" l'italiano che usa per commentare, grammatica e punteggiatura inclusa, dato che dove vuole, per denigrare il famoso ricercatore italiano, la usa correttamente (comprese le maiuscole). Se sei ignorante di parole o significati, la scelta migliore è forse quella di stare zitti, o evitare di scrivere commenti. Personalmente penso che il sig. Marchiori è uno dei tanti ricercatori idealisti che ha tentato, suo malgrado coinvolto mediaticamente, di portare a compimento con capacità e coraggio, un progetto davvero importante e innovativo per l'intera umanità e, anche se sembra pomposa questa dichiarazione, ricordiamoci che ha dato i natali a quello che oggi è l'algoritmo che ha permesso di far diventare google quello che è (una delle più influenti società private del mondo, grazie al valore -fittizio- di miliardi di dollari in capitalizzazione). E il coraggio di staccarsi da questo progetto, con tutta la sofferenza umana che ciò comporterà per lui, perchè sicuramente il progetto rimarrà incompiuto, è indice appunto di sensibilità e non accettazione di quei compromessi che danno si lustri e fama, ma ti obbligano a calpestare gli ideali, umani, in cui si crede e si è stati educati. Buona fortuna sig. Marchiori, ha e avrà, per lungo tempo, la mia stima.Buona giornata a tutti.
  4. Avatar
    alex70
    11/06/2012 09:22:46
    ma lascia un progetto fallito prima di partire (perche' non aveva senso di esistere).e la cosa fa pure notizia? a me fate pena.
  5. Avatar
    Giusto
    11/06/2012 09:14:29
    Qualcosa di utile per il mondo ?? un motore di ricerc nuovo ?? Ma per favoreeeeee Se vuoi fare qualcosa per il mondo vai a costruire dei pozzi d' acqua in congo. Questi NERD, pensano che il mondo con un 'metalivello' sia meglio. Continua pure a giocare
Massimo Marchiori lascia Volunia e spiega le sue ragioni - IlSoftware.it