1934 Letture

Microsoft: Edge punta sul risparmio energetico

Se Opera aveva di recente cavalcato la nuova funzionalità "Risparmio energetico" per provare a stimolare l'interesse di nuovi potenziali utenti (Aumentare la durata della batteria con Opera), Microsoft prova a fare di più e presenta Edge come il browser meno famelico di energia al momento sul mercato.

In un lungo "post", i tecnici di Microsoft spiegano che Edge consumerebbe meno energia rispetto ai concorrenti Chrome, Firefox e Opera che sarebbero stati battuti proprio in quest'ordine.



Di fatto, quindi, Edge aiuterebbe a migliorare l'autonomia della batteria e, quindi, ad utilizzare più a lungo il notebook o il tablet mentre si è in viaggio o comunque lontani da una presa elettrica a muro.


I tecnici della società guidata da Satya Nadella spiegano di "aver navigato", con i vari browser, alcuni tra i siti web più visitati in assoluto: Facebook, Google, YouTube, Amazon, Wikipedia e altri ancora.

Microsoft: Edge punta sul risparmio energetico

Non chiedete all'oste quant'è buono il suo vino. Microsoft osserva tuttavia che le conclusioni alle quali i tecnici sono pervenuti in laboratorio sono le stesse che emergono analizzando i dati di telemetria provenienti da milioni di utenti Windows 10 in tutto il mondo.

Non solo. Microsoft anticipa che con il rilascio di Windows 10 Anniversary Update saranno introdotto una serie di novità che aumenteranno ulteriormente l'autonomia della batteria. Il sistema nel suo complesso utilizzerà di meno CPU e memoria; sarà minimizzato l'impatto dei processi in esecuzione in background e dei contenuti non indispensabili per la corretta visualizzazione delle pagine web (ad esempio le creatività in formato Flash).


Microsoft non ha fornito la metodologia usata per i test ed è quindi piuttosto difficile verificare i dati pubblicati.

Microsoft: Edge punta sul risparmio energetico - IlSoftware.it