7793 Letture

Microsoft acquista i telefoni di Nokia per 5,4 miliardi di euro

La notizia è sorprendente, non tanto nella sua essenza - era comunque un accordo da tempo ventilato - quanto nella sua tempistica.
Poche ore fa Microsoft ha reso noto di aver raggiunto un'intesa per l'acquisizione della divisione telefonia di Nokia per 5,44 miliardi di euro, 7,2 miliardi di dollari, confermando in tal modo la serietà del suo impegno sul fronte mobile.

La notizia, fanno notare immediatamente le agenzie statunitensi, riporta in seno all'azienda anche un manager come Stephen Elop facendone di fatto uno dei papabili successori di Steve Ballmer alla guida di Microsoft.
E proprio la scelta di Elop, qualora avvenisse, sarebbe la più concreta risposta alle critiche avanzate a Ballmer sui ritardi accumulati da Microsoft nel perseguire con convinzione una strategia mobile.

Naturalmente, i commenti a caldo sono ambivalenti. Gli investitori che vorrebbero Microsoft tornare a concentrarsi sul suo core business, abbandonando velleità verso il consumer e verso il mondo dei dispositivi, restano perplessi: il mercato dei dispositivi mobili è troppo competitivo perché la società possa ritagliarsi uno spazio significativo e, soprattutto, profittevole.
Altri, coloro che più hanno scalpitato di fronte ai ritardi, la ritengono invece una mossa coraggiosa. L'unica in grado di dare concretezza al progetto di ridisegno della società, così come annunciato a luglio.

Le responsabilità in capo a Elop non si limiteranno ai soli telefoni. A lui, infatti, verrà affidata la guida della "divisione devices" nata dalla riorganizzazione di Ballmer e Julie Larson-Green, cui era stata affidata la responsabilità dell'unità.


Steve Ballmer definisce l’operazione "un passo deciso verso il futuro. Un win-win per dipendenti, investitori e utenti di entrambe le aziende".
Tutta la prima linea di management di Nokia passerà in Microsoft, mentre CEO ad interim della società finlandese sarà il presidente del board Risto Siilasmaa.


www.01net.it

Microsoft acquista i telefoni di Nokia per 5,4 miliardi di euro - IlSoftware.it