2675 Letture

Microsoft apre le porte dei suoi laboratori Linux

Microsoft si volge sempre più verso l'opensource. Il colosso di Redmond, infatti, starebbe per dare il via ad un'iniziativa che prevede la condivisione delle informazioni sulle attività condotte all'interno dei propri laboratori Linux con tutti gli utilizzatori di software opensource. L'obiettivo è quello di facilitare e sovrintendere l'integrazione di soluzioni opensource con quelle proprietarie di Microsoft.
Il sito web dovrebbe chiamarsi "Port 25" e dovrebbe andare online già a partire da quest'oggi. "Abbiamo identificato alcune popolari applicazioni opensource che i nostri clienti sono interessati ad utilizzare sulla piattaforma Windows Server e ci proponiamo di cooperare con le software house produttrici per garantire il massimo livello d'integrazione con il sistema operativo". Questa la dichiarazione rilasciata da Bill Hilf, direttore del programma "Platform Technology Strategy" in Microsoft, a metà Gennaio scorso. Hilf si occupa anche di dirigere il laboratorio che si occupa di Linux e soluzioni opensource presso il colosso di Redmond: sarebbero più di 300 i server Linux attualmente in uso presso Microsoft. Ieri, in occasione del LinuxWorld di Boston, Hilf ha dichiarato che la società intende aprire le porte dei suoi laboratori Linux con lo scopo di avere feedback immediati da parte degli utenti (si potrà porre domande e chiedere come integrare al meglio soluzioni opensource con Windows).
Aggiornamento: Port 25 è già online e raggiungibile all'indirizzo port25.technet.com

Microsoft apre le porte dei suoi laboratori Linux - IlSoftware.it