5874 Letture

Microsoft determinata ad "affossare" definitivamente IE6

"Tra gli utenti di Internet Explorer, una persona su quattro, ancora oggi, continua ad utilizzare la sesta versione del browser: Internet Explorer 6.0 (IE6) è un prodotto che manca del supporto di tutti gli standard più moderni ed offre un'esperienza d'impiego insoddisfacente". Così Microsoft ha commentato i dati che evidenziano come IE6 sia tuttora utilizzato, a livello mondiale, addirittura dall'11,3% degli utenti.
Le statistiche di riferimento sono quelle composte a cadenza mensile da NetApplications e pubblicate in queste pagine. Internet Explorer 8.0 (35%) sarebbe l'unico prodotto ad aver superato IE6, insieme con la più recente versione di Mozilla Firefox, in termini di quote di utilizzo.

Continuare ad utilizzare IE6 è assolutamente sconsigliato, anche e soprattutto per i problemi di sicurezza che il software porta con sé. E' ormai cosa nota di quanto gli utenti di IE6 siano più esposti a rischi di aggressori ed infezioni rispetto a coloro che utilizzano non solo altri browser ma anche le più recenti versioni di Internet Explorer.


Con la versione definitiva di Internet Explorer 9.0 ormai alle porte, Microsoft sembra determinata a voler "affossare" prima possibile IE6. Per questo motivo la società di Redmond ha voluto allestire un nuovo sito web - "The Internet Explorer 6 countdown" - che ha come obiettivo primario quello di esortare gli utenti ad abbandonare il browser vecchio ormai di quasi dieci anni (venne rilasciato a fine agosto 2001 e fu integrato sia in Windows XP che in Windows Server 2003).

"Anticipando l'imminente rilascio di IE9, Microsoft è impegnata nel ridurre la quota di mercato detenuta da IE6 alla più bassa quota possibile", si è aggiunto dalla società guidata da Steve Ballmer spiegando che l'obiettivo è nel ridurre il "market share" di IE6 sotto la soglia dell'1%.


Secondo i dati resi noti da Microsoft, il quadro più preoccupante riguarda la Cina e la Corea del Sud con IE6 che resterebbe ancora, rispettivamente, intorno al 34,5% e 25%. Più rapidi ad aggiornarsi i Paesi scandinavi con una quota di utenti che usano IE6 pari allo 0,7%. In Italia il 3,3% degli utenti farebbe ancora impiego del vetusto browser Microsoft.
E' importante ricordare che anche nei casi in cui si fosse installato un browser "alternativo" (i.e. Firefox, Chrome, Safari, Opera,...), è sempre caldamente consigliato aggiornare IE6, eventualmente presente sul proprio sistema, adeguandolo alla versione più recente (IE8 o, tra poco, IE9).

  1. Avatar
    jacopo
    08/03/2011 01:05:49
    ...Verissimo. :roll:
  2. Avatar
    Shab
    07/03/2011 19:17:53
    Personalmente non lo so certi TG (anche 'importanti') che OS usano,ma notando bene sul desktop mi sono accorto che molti di loro usano ancora IE6 .Alla faccia di chi fa manutenzione :disapprovato:
  3. Avatar
    Carmine71
    07/03/2011 15:39:56
    In effetti l'unico modo per eliminare IE6 dalle macchine degli uffici pubblici è installare quantomeno Win Xp. Oppure cambiare i PC. Il guaio è che spesso i fondi a disposizione sono estremamente risicati per poter sostituire 20 o 30 PC. Proprio oggi ho eliminato l'ultimo PC con Win2000 installato nella rete aziendale, ma semplicemente perché ha tirato le cuoia.
  4. Avatar
    Massimo68
    07/03/2011 11:14:26
    Bisogna dire che in molti uffici pubblici ed aziende sono presenti pc con s.o. windows 2000 e di conseguenza la versione di IE 6 presente non si può aggiornare. Anche se consapevoli dei problemi legati alla sicurezza, poco si può fare per la solita "mancanza di fondi" per sostituire i pc. Un saluto
Microsoft determinata ad