4888 Letture

Mozilla modificherà la licenza d'uso dei propri prodotti

Mozilla Foundation ha annunciato l'intenzione di avviare un processo di revisione della licenza utilizzata per la distribuzione dei propri software opensource. A differenza della "Free Software Foundation" che, nel mese di giugno 2007, ha apportato numerose modifiche alla licenza GNU GPL (General Public License) varandone la terza versione (ved. queste notizie), la Mozilla Public License 1.1 (MPL) è rimasta invariata ormai da circa un decennio.

Stando a quanto dichiarato da Mozilla, l'obiettivo prefissato consisterà in una modernizzazione della licenza MPL "effettuando delle semplificazioni pur mantenendo l'impiato che ha permesso ai prodotti di Mozilla ed alla licenza stessa di raccogliere un così grande successo".

Maggiori dettagli sulla fase di revisione della licenza sono consultabili facendo riferimento a questa pagina. La Foundation conta di completare la fase di aggiornamento della licenza entro ottobre o novembre prossimi.


Quasi contestualmente, gli sviluppatori di Mozilla hanno annunciato la disponibilità della prima beta di Thunderbird 3.1, il client di posta elettronica che il team guidato da David Asher sta cercando di migliorare. Il prodotto non ha infatti goduto, in passato, dello stesso successo fatto registrare dal browser Firefox. Le motivazioni sono molteplici ed attraverso la controllata Mozilla Messaging, si sta cercando di ottimizzare il funzionamento del client e-mail garantendo agli utenti, allo stesso tempo, la disponibilità di aggiornamenti periodici.
La "beta 1" di Thunderbird 3.1 si basa sul motore Gecko 1.9.2 ed integra numerose migliorie oltre alle correzioni per diversi bug. L'intento della prima versione di anteprima del software, secondo gli sviluppatori, è quello di mettere a nudo tutte le problematiche derivanti dalle modifiche apportate alla piattaforma di base.
L'uscita di una seconda beta è al momento in programma ad aprile mentre la versione finale (previo rilascio di alcune "release candidate") dovrebbe debuttare il 1° giugno prossimo.

Mozilla modificherà la licenza d'uso dei propri prodotti - IlSoftware.it