3113 Letture
Mozilla punta su Firefox 57 per tornare a guadagnare quote di mercato su Chrome

Mozilla punta su Firefox 57 per tornare a guadagnare quote di mercato su Chrome

Il browser di Mozilla tornerà presto sulla cresta dell'onda grazie a una serie di migliorie che vedranno la luce con il rilascio di Firefox 57, a metà novembre prossimo.

Mozilla Firefox tornerà a guadagnare, velocemente, quote di mercato. Parola Chris Beard, CEO di Mozilla che preconizza un futuro da protagonista per il browser libero e multipiattaforma.

Oggi Google Chrome è il browser più utilizzato in assoluto (59,6%) con Firefox che segue al terzo posto (12,3%), dopo Internet Explorer (16,5%).
Beard è certo che le cose cambieranno e che Firefox sarà in grado di tornare presto ai vertici in termini di quote di mercato.

Firefox 57, che verrà distribuito a partire da metà novembre, sarà lo strumento utilizzerà Mozilla per acquisire le quote di mercato via a via conquistate da Chrome.
Presentato ufficialmente nei giorni scorsi, Firefox 57 è il risultato di oltre un anno di lavoro da parte degli ingegneri Mozilla.

Mozilla punta su Firefox 57 per tornare a guadagnare quote di mercato su Chrome

Gran parte delle tante migliorie che saranno integrate in Firefox 57 hanno a che fare con il progetto Quantum (ne abbiamo parlato anche nei giorni scorsi nell'articolo Browser più veloce: Firefox candidato alla palma d'oro): Quantum Flow e Quantum Compositor velocizzeranno il caricamento e la visualizzazione delle pagine web mentre Stylo sveltirà le operazioni di formattazione delle pagine.
Firefox 57 sarà quindi un browser molto più veloce rispetto al passato che, stando a quanto dichiarato dai vertici di Mozilla, permetterà di superare la concorrenza.

Usando un test come Speedometer, anche se i dati non possono essere considerati definitivi, già adesso paragonando il Firefox di un anno fa con la versione di agosto 2017 dello stesso browser, si rileva un incremento delle performance del 38% su macOS e addirittura del 45% su Windows.


Firefox 57 introdurrà anche molteplici modifiche sull'interfaccia: la barra del titolo nella parte superiore della finestra diverrà nera e il browser saprà passare automaticamente alla modalità touch non appena dovesse essere rilevato l'utilizzo di un dispositivo sprovvisto delle periferiche di input tradizionali. Un nuovo menu accessibile dalla barra degli indirizzi permetterà di aggiungere le pagine visitate all'elenco dei preferiti, condividere indirizzi dei siti web e salvare le pagine sul servizio Mozilla Pocket.


In Firefox 57, poi, le vecchie estensioni non funzioneranno più: gli sviluppatori dovranno adeguare i loro componenti aggiuntivi se vorranno renderli compatibili con il nuovo browser. Si tratta di un cambiamento epocale che rompe drasticamente con il passato ma che viene descritto come necessario per migliorare la sicurezza, la stabilità e la velocità del browser.

Mozilla punta su Firefox 57 per tornare a guadagnare quote di mercato su Chrome - IlSoftware.it