6415 Letture

Mozilla traccia un bilancio: progetti futuri ed introiti

Mozilla, che qualcuno aveva considerato un po´ in impasse vista la costante escalation di prodotti concorrenti quali Google Chrome, ha fatto il punto sulla situazione: "Firefox ha dimostrato quanto sia importante un browser, ora anche altri concorrenti sono entrati nel mercato. La concorrenza fa bene, permette a tutti noi di dare il massimo, ma è importante ricordare che le ragioni che portano allo sviluppo di un browser non sono uguali per tutte le aziende. Mozilla è unica in quanto sviluppa Firefox per fornire un'offerta indipendente focalizzata esclusivamente sull'individuo e sul bene collettivo del Web". Da Mozilla, insomma, si vuole rivendicare un ruolo cruciale nella crescita del web, nel pieno rispetto degli standard. E si parla dei progetti sui quali si concentreranno gli sviluppatori nel prossimo futuro (ved. questa pagina).


Secondo Mozilla, un ruolo importante sarà rivestito dalle metodologie per la gestione dell'identità digitale. "Riteniamo che il Web abbia oggi bisogno di una piattaforma per la gestione dell'identità online che sia aperta, basata sugli standard per un accesso universale, decentralizzato e personalizzato. Mozilla ha deciso di investire su questo, lanciando il progetto BrowserID come primo passo in questa direzione". Abbiamo esaminato i fondamenti di BrowserID in questo articolo.
Ci sarà da lavorare, poi, su un "ecosistema aperto" per la gestione delle app designate per essere utilizzate da un browser web (ved. questa news).

"Boot to Gecko" sarà poi la piattaforma di riferimento di Mozilla per i dispositivi mobili. "L'obiettivo", si legge, "è quello di creare un sistema operativo completo e autonomo basato su tecnologie web aperte e gettare le fondamenta per lo sviluppo di applicazioni migliori sia per desktop che per dispositivi mobili".


Per quanto riguarda i ricavi, che lo scorso anno sarebbero cresciuti del 19%, Mozilla evidenzia che i principali introiti continuano ad arrivare dalle aziende partner attive nel mercato dei motori di ricerca. Queste ultime (Google, Bing, Yahoo, Yandex, Amazon, eBay ed altri) versano un "obolo" a Mozilla ogniqualvolta gli utenti di Firefox visitano i loro siti web
Stando ai dati pubblicati sul rendiconto finanziario reso pubblico nelle scorse ore, gli incassi di Mozilla, nel 2010, sono arrivati ad una cifra pari a 121,1 milioni di dollari (+18,1% rispetto ai 104,3 milioni del 2009). Le "sovvenzioni" di maggior entità arrivano proprio da Google (84% del totale).
L'accordo tra Mozilla e Google scadrà il prossimo mese di novembre ma gli analisti sono concordi nell'affermare che la collaborazione, nonostante la battaglia tra Firefox e Chrome, proseguirà. Firefox vanta tutt'oggi una buona fetta del mercato dei browser: gli osservatori non vedono quindi motivi per cui Google possa troncare l'accordo.

Secondo due aziende che si occupano di elaborare statistiche sull'utilizzo dei browser, dei sistemi operativi e di altri prodotti, Chrome potrebbe essere destinato a superare Firefox, in termini di quote di mercato, tra la fine dell'anno e metà 2012.

Mozilla traccia un bilancio: progetti futuri ed introiti - IlSoftware.it