4085 Letture

Netgear: connetteremo tutte le Pmi italiane ad Internet

Quando parla della strategia che ha pianificato per il nostro Paese, Patrick Lo, Ceo di Netgear, esprime un concetto chiaro, che non permette errate interpretazioni: essere il fornitore di riferimento dei prodotti di rete per tutte quelle imprese che hanno un massimo di 100 dipendenti. “In Italia, sul settore delle piccole e medie imprese, siamo già il numero uno nei segmenti degli switch, del Wi-fi e dei Nas - afferma Lo - e ora vogliamo raggiungere la prima posizione come fornitore globale di soluzioni di rete”.

Anche se non fa esplicitamente nomi, Lo fa chiaramente capire di avere in testa un'idea precisa: seguire la strada che ha percorso “quell'azienda che è oggi sinonimo di networking. Noi ci rivolgiamo esclusivamente alle imprese di piccole e medie dimensioni, ma con una gamma di prodotti in grado di soddisfare realmente ogni tipo di esigenza. La nostra missione è di connettere le masse a Internet”.


Non usa giri di parole quando parla dei concorrenti e dice che li vede a una certa distanza. E' un'affermazione che scaturisce dalla consapevolezza “di avere in casa tutti i mezzi necessari per raggiungere gli obiettivi prefissati. I prodotti li facciamo direttamente noi e utilizziamo standard open. Questo ci permette di avere prezzi particolarmente aggressivi e anche di essere molto dinamici”.

Non va dimenticato che Netgear è diventata la società che conosciamo oggi anche attraverso una serie di acquisizioni, che nel tempo l'hanno portata ad avere quell'autonomia progettuale e costruttiva che le consente di immettere sul mercato un paio di nuovi prodotti la settimana.

Sino allo scorso anno, la società ha focalizzato i suoi sforzi essenzialmente in tre settori, networking, wireless e storage. E, secondo le precedenti affermazioni di Lo, ha raggiunto i risultati sperati. Quest'anno, precisa il Ceo dell'azienda, il focus sarà sulla sicurezza: “Anche in questo segmento - sottolinea Lo - vogliamo rendere alla portata delle piccole e medie imprese funzioni che finora sono state prerogative solo delle grandi aziende”.


La dinamicità operativa di cui si parlava, oltre che rappresentare un elemento essenziale per la competitività, ha permesso a Netgear di reagire in modo particolarmente efficace alla crisi economica. “Dalla metà del 2008 abbiamo messo a segno cinque trimestri consecutivi in continua crescita - ha sottolineato Lo - e nell'ultimo quarter del 2009 abbiamo realizzato le migliori revenue di sempre, con un incremento del 20 per cento rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente”.

Un importante apporto nel raggiungimento di questo risultato è venuto dai partner di canale, un punto di forza per la società che basa il suo business sulla vendita indiretta. A riguardo, Michele Puzzolante, di fresca nomina Country Manager per la filiale italiana, ha precisato: “Nel nostro Paese, ogni mese circa 3.000 reseller acquistano i nostri prodotti. Abbiamo un programma specifico per i partner, che si è evoluto e affinato nel tempo. Oggi prevede due livelli: Base, che consente l'accesso via Web a una serie di strumenti pensati per il canale (come i seminari online), e Platinum, che consente di ottenere una certificazione dopo aver seguito un corso e aver sostenuto un esame. Riserviamo il livello Platinum a quei partner che decidono di investire maggiormente sui nostri prodotti”.

Patrick Lo parla in modo conviviale ma dalle sue parole emerge una forte determinazione che sicuramente si tradurrà in un ancor più grande impegno della sua azienda sul versante delle Pmi. Tuttavia, il Ceo di Netgear ci anticipa: “Il 2010 sarà l'anno delle piccole e medie imprese, ma poi ci concentreremo sul consumer”.

www.01net.it

Netgear: connetteremo tutte le Pmi italiane ad Internet - IlSoftware.it