5622 Letture

Pagamenti mobili: accordo tra sei operatori telefonici

Ci sono i pagamenti in mobilità al centro dell'accordo che vede per la prima volta unite TIM, Vodafone, Wind, 3 Italia, PosteMobile e Fastweb, con il supporto tecnico di Engineering e di Reply.

I sei operatori hanno deciso infatti di lanciare una piattaforma di pagamento unica e condivisa attraverso la quale gli utenti possono acquistare e pagare contenuti e servizi digitali, appoggiandosi al proprio credito telefonico.

La piattaforma viene definita universale, standard e indipendente dal contenuto acquistato, dal fornitore e dall'operatore di appartenenza e di semplice utilizzo, dal momento che gli acquisti avvengono in maniera immediata in caso di accesso dal proprio telefonino o, nel caso di accesso da altri dispositivi, tramite l'inserimento del proprio numero di cellulare e di una password.
Per quanto riguarda gli aspetti di sicurezza, il sistema abilita l'utente attraverso il suo numero di cellulare e a una password temporanea che gli viene inviata mediante un sms gratuito. Non è richiesto l'inserimento di dati anagrafici, tantomeno quelli di una carta di credito o di pagamento.


L'importo del bene acquistato viene scalato dal credito residuo della SIM, oppure viene addebitato direttamente in bolletta, mentre la conferma e i dettagli della transazione sono inviati via SMS sul cellulare dell'utente.

L'iniziativa di fatto si indirizza a tutte le aziende interessate a sviluppare contenuti e servizi digitali: per loro l'opportunità nuova è quella di poter disporre di un sistema unico di pagamento, abilitato a tutti gli operatori Tlc nazionali.

www.01net.it

Pagamenti mobili: accordo tra sei operatori telefonici - IlSoftware.it