1728 Letture

Pda: è boom in Europa

Secondo l'analisi Gartner rilasciata oggi, nel primo trimestre dell'anno, le vendite di Pda hanno registrato un incremento del 25% rispetto al pari periodo dello scorso anno, toccando i 3,4 milioni di unità.
Secondo la società di analisi, si tratta della crescita più significativa che il comparto è finora riuscito a mettere a segno, guidata soprattutto dall'Europa Occidentale, il cui +84,3% a 1,3 milioni di pezzi contrasta pesantemente con il +5% degli Stati Uniti, anch'essi a quota 1,3 milioni di unità.
Per altro, sempre nel periodo in esame, Gartner sottolinea come il prezzo medio di vendita si sia ulteriormente alzato, attestandosi sui 406 dollari, con un incremento del 15% rispetto al pari periodo dello scorso anno. In ogni caso il prezzo medio più alto dal 2000 a oggi.
Questi dati non fanno che confermare un fenomeno emerso ormai da qualche mese: la generale propensione verso i modelli di fascia più alta, dotati di funzionalità avanzate come la connessione wireless.
E i dati di vendite del resto lo confermano.
Secondo le stime Gartner, oltre 55% dei dispositivi venduti integra funzionalità WLan o Gprs.
Se a queste due caratteristiche si aggiungono anche l'interesse verso display di più grandi dimensioni o tastiere Qwerty, ne risultano inevitabilmente modelli di fascia più alta, con prezziunitari superiori.
Si conferma il fenomeno Blackberry, che con un incremento del 75% anno su anno si posiziona al primo posto nella classifica dei produttori, con 711.000 unità vendute e una quota di mercato del 20,8%.
Il secondo posto spetta a PalmOne, che continua però a perdere terreno. 614.000 le unità (erano 834.000 lo scorso anno) e una share del 18%.
Terzo posto per Hp, con 601.000 unità e una share del 17,6%, seguita a sua volta da Nokia, che rientra nel comparto con i modelli 9300 e 9500, e mette a segno vendite per 340.000 pezzi, e da Dell con 217.000 unità.
Sul fronte dei sistemi operativi, Microsoft guadagna ulteriormente terreno confermandosi al primo posto con una share del 46%. Al secondo posto Rim-Blackberry con il 20,8%, seguita da Palm Os, che ha perso nel frattempo partner strategici usciti ormai dal comparto.
Symbian e Linux si posizionano rispettivamente al quarto e quinto posto, il primo con una share del 9,9% (identica dunque a quella di Nokia) e il secondo al di sotto dell'1%.
www.01net.it

Pda: è boom in Europa - IlSoftware.it