2641 Letture
Presentata la batteria che non esplode se tagliata, forata o bruciata

Presentata la batteria che non esplode se tagliata, forata o bruciata

Realizzare batterie sicure è un problema non di poco conto per tutti i produttori di dispositivi mobili. Mike Zimmerman presenta una soluzione che potrebbe mettere fine agli incidenti come quelli che hanno contraddistinto il lancio del Galaxy Note7.

Nel corso degli ultimi anni, nonostante le tecnologie per la progettazione e la realizzazione delle batterie non abbiamo evidenziato particolari evoluzioni, i produttori di dispositivi mobili stanno cercando di realizzare batterie sempre più capienti, in spazi più piccoli.
È proprio la ricerca di una miniaturizzazione portata all'estremo che molto probabilmente ha contribuito all'incidente che ha determinato il ritiro definitivo dal Galaxy Note7.

Per evitare problemi di sicurezza che possano condurre a spiacevoli incidenti per persone e cose, diverse aziende hanno iniziato a studiare soluzioni che possano neutralizzare la pericolosità di una batteria danneggiata.

Presentata la batteria che non esplode se tagliata, forata o bruciata

Mike Zimmerman, docente universitario e CEO di Ionic Materials, ha spiegato che la sua azienda è da tempo al lavoro per sostituire l'utilizzo degli ioni di litio con un polimero plastico.
I vantaggi sarebbero enormi: la batteria diverrebbe un componente dal contenuto solido e ignifugo. Essa potrà quindi essere tagliata, forata o addirittura esposta a fiamme vive senza che vi sia alcuna esplosione.


Zimmerman ha mostrato un prototipo di batteria, tra l'altro di dimensioni molto compatte, che continua a fornire alimentazione anche nel caso in cui ne venisse tagliato e rimosso un pezzo.
Collegata a un iPad (l'ingegnere aveva provveduto a rimuovere la batteria di serie Apple), la batteria concepita da Ionic Materials ha continuato a fornire energia nonostante fosse stata bucata ripetutamente con un cacciavite.

I costi di produzione dovrebbero essere addirittura inferiori a quelli delle attuali batterie ma Ionic Materials sta cercando investitori per verificare la fattibilità del progetto.
I punti interrogativi riguardano infatti la scalabilità nonché la loro affidabilità nel tempo; aspetti per i quali dovranno essere svolti attenti test.

Presentata la batteria che non esplode se tagliata, forata o bruciata - IlSoftware.it