Sconti Amazon
venerdì 11 febbraio 2022 di 22303 Letture

Quali app consumano batteria su Android?

Se da un lato è importante capire quali app consumano più batteria su Android, dall'altro è fondamentale che le applicazioni in esecuzione funzionino correttamente e non siano limitate da meccanismi per il risparmio energetico troppo aggressivi.

Molti produttori di smartphone integrano nei loro dispositivi versioni personalizzate di Android che utilizzano sistemi per il risparmio energetico che, per impostazione predefinita, mettono in stand-by tutte le applicazioni che non si usano per un certo periodo di tempo.

Può capitare di non ricevere più notifiche, che un'operazione svolta in background non venga conclusa o che un'app aperta non risulti improvvisamente più in esecuzione.

Accedendo alle impostazioni di Android si deve selezionare App, portarsi nella gestione delle app installate sul dispositivo mobile, scegliere quella di proprio interesse e verificare che cosa viene riportato in corrispondenza della voce Risparmio energetico.

In caso di problemi è opportuno selezionare Nessuna restrizione: in questo modo l'app selezionata verrà sottratta al meccanismo di risparmio energetico implementato dal produttore dello smartphone Android e tornerà a funzionare regolarmente.

La cartina tornasole del fatto che un'app sia sotto scacco della funzionalità di risparmio energetico è il problema relativo alle notifiche Android che non arrivano: se un'app non informa più sui messaggi in arrivo (si pensi alle app di messaggistica e ai client email) o se la riproduzione di contenuti multimediali si blocca la prima cosa da fare è sottrarla all'azione del meccanismo di risparmio energetico.

Il sito Don't kill my app offre indicazioni per configurare i meccanismi di risparmio energetico utilizzati dal produttore. Diversamente, per provare a massimizzare la durata della batteria, può capitare che uno smartphone si trasformi in un dumbphone, un dispositivo stupido che non informa l'utente quando questi si aspetta di ricevere notifiche e avvisi.

D'altra parte anche troppe notifiche Android possono rivelarsi fastidiose e contribuire a far perdere tempo all'utente distogliendo la sua attenzione da attività importanti.

Nell'articolo su come rendere più semplice Android abbiamo visto che accedendo alle proprietà di ciascuna applicazione (si può anche tenere premuto sulla sua icona e scegliere Informazioni app) quindi alla sezione Notifiche si può decidere liberamente quali tipologie di notifiche si desidera ricevere e quali invece non devono mai apparire.

Tante applicazioni utilizzano infatti il sistema di notifica di Android per mostrare informazioni commerciali o per indurre l'utente a compiere determinate azioni. La comparsa di notifiche indesiderate "risveglia" lo smartphone, comporta l'accensione dello schermo, determina l'accensione del LED, la riproduzione di suoni, fa spesso vibrare il dispositivo provocando un consumo energetico aggiuntivo che può essere tranquillamente evitato.

Nella sezione Notifiche di ciascuna app Android si possono esaminare e revocare specifiche tipologie di notifica oppure qualunque messaggio.


Buoni regalo Amazon
Quali app consumano batteria su Android? - IlSoftware.it - pag. 2