2940 Letture

Raspberry Compute Module 3, dieci volte più potente

Raspberry ha annunciato una nuova versione del suo Compute Module, scheda principalmente destinato all'utilizzo nelle applicazioni industriali.

Il nuovo Raspberry Compute Module 3 sfrutta lo stesso processore impiegato nella recente Raspberry Pi 3 e rispetto alla sua precedente versione, rilasciata nel 2014, è 10 volte più potente.
Il processore è un Broadcom BCM2837 con una frequenza di clock pari a 1,2 GHz al quale vengono affiancati 1 GB di RAM e 4 GB di storage eMMC.

Raspberry Compute Module 3, dieci volte più potente

Mentre Raspberry Pi può fungere da mini PC ed essere utilizzato in molteplici scenari, il fattore di forma scelto per Compute Module 3 ne rende più semplice l'impiego in quegli scenari dove è indispensabile usare una scheda di dimensioni ultracompatte.
Compute Module 3 può essere infatti inserita in uno slot SODIMM standard: è quindi collegabile, ad esempio, ai più recenti monitor NEC per ricevere contenuti in streaming e riprodurre presentazioni.


Raspberry Compute Module 3, dieci volte più potente

Raspberry Compute Module 3 supporta sia Windows 10 IoT Core che Linux e permette la connessione di una scheda I/O accessoria che integra GPIO, USB e MicroUSB, porte CSI e DSI, HDMI e MicroSD.

Il modello più completo costa 30 dollari mentre la versione "Lite" sprovvista dello storage eMMC (si dovrà inserire una scheda SD) viene commercializzata a 25 dollari.

Raspberry Compute Module 3, dieci volte più potente - IlSoftware.it