lunedì 12 luglio 2010 di Michele Nasi 54935 Letture

Realizzare un sito di e-commerce con Joomla e VirtueMart / prima puntata

Il passo successivo consiste nel creare una nuova directory all'interno della root di IIS (es.: c:\inetpub\wwwroot\joomla) ed estrarvi tutto il contenuto dell'archivio compresso di Joomla, precedentemente scaricato.

Effettuata quest'operazione, è necessario aprire il browser web e digitare, nella barra degli indirizzi: http://localhost/joomla: comparirà immediatamente la prima pagina della procedura di configurazione di Joomla. In prima istanza, è necessario selezionare la lingua preferita e premere il pulsante Avanti.

L'applicazione provvederà ad effettuare una serie di controlli verificando che tutti i requisiti siano presenti.

Il passo seguente consiste nell'accettazione dei termini della licenza d'uso (GNU GPLv2) quindi si dovrà passare ad inserire i dati per l'accesso alla base dati:

Il significato di ogni voce è chiaro: dal momento che il server MySQL è in esecuzione sul sistema locale, si potrà inserire localhost nel campo Nome host. Nelle altre caselle vanno digitati il nome dell'utente MySQL creato in precedenza, la sua password ed il nome della base dati.

Saltiamo la successiva scheda relativa all'accesso via FTP cliccando sul pulsante Avanti.


Il passo finale della procedura di configurazione di Joomla consiste nell'indicare un nome per il proprio sito web e specificare delle credenziali di accesso che saranno utilizzate per fare ingresso al pannello di amministrazione.

L'opzione Installa dati di esempio consente di richiedere a Joomla la predisposizione di un database che contenga alcune informazioni esemplificative. Se non si è mai utilizzato Joomla, è consigliabile optare per questa scelta ricordandosi di cliccare subito sul pulsante Installa i dati di esempio.

Si tenga presente che il nome utente per l'accesso al pannello amministrativo è sempre admin.

A questo punto, come ricorda la pagina finale della procedura d'installazione di Joomla, è indispensabile provvedere all'eliminazione della sottocartella installation contenuta nella directory di Joomla (esempio: c:\inetpub\wwwroot\joomla\installation). Nel caso in cui la cartella risultasse ineliminabile a causa di una violazione di condivisione, è sufficiente aprire il prompt dei comandi di Windows e digitare quanto segue, attendendo qualche istante: IISRESET /stop.
Non appena IIS sarà stato arrestato, si potrà procedere alla rimozione della directory installation di Joomla.
Per riavviare il web server, basterà digitare – sempre al prompt dei comandi –: IISRESET /start.

Puntando il browser web all'indirizzo http://localhost/joomla si accederà così alla home page del sito appena generato.

Per accedere al pannello di amministrazione di Joomla, è sufficiente digitare l'indirizzo http://localhost/joomla/administrator.

Il nome utente da indicare è admin mentre come password dovrà essere indicata quella scelta in fase d'installazione del prodotto.

Concentriamoci sulle impostazioni di Joomla che saranno poi fondamentali per l'installazione ed il corretto funzionamento di VirtueMart. La prima operazione da compiere, è cliccare su Sito, Configurazione.
Questa schermata è suddivisa in tre riquadri: Configurazione sito, Configurazione metadata e Configurazione SEO. La prima sezione (Configurazione sito) permette di porre offline il sito impostando anche il messaggio che deve essere mostrato agli utenti in questo particolare frangente.

Nella scheda Sistema viene indicata la cartella che conserva i log di Joomla, si può scegliere se fare in modo che gli utenti possano registrarsi o meno al sito (riquadro Configurazione utente).

Nel box Configurazione media è possibile definire quali tipi di file possono essere caricati sulla macchina che ospita il sito Joomla.


Attraverso i riquadri Configurazione cache e Configurazione sessione, si possono impostare il tempo di vita della cache e delle sessioni utente.

La scheda Server può essere utilizzata per verificare (o modificare) la cartella temporanea utilizzata da Joomla ed i dati per l'accesso al database MySQL ed alla funzionalità per l'invio di messaggi di posta elettronica (si possono usare la funzione PHP Mail, Sendmail od un server SMTP).

Per rendere più veloce il caricamento delle pagine web di Joomla è possibile valutare l'attivazione dell'algoritmo di compressione GZIP (opzione Compressione pagine GZIP). Di default, Web Platform 2.0 attiva l'estensione php_zip (nel caso in cui risultasse non abilitata, dovrà essere manualmente attivata intervenendo sul file di configurazione php.ini).

Gestione delle estensioni in Joomla

Joomla è un pacchetto ampiamente estensibile tanto da consentire agli utenti di fruire di cinque diffrenti tipologie di "personalizzazioni":
- componenti Si tratta di "mini-applicazioni" che possono contenere le proprie tabelle di datbase, impostazioni di amministrazione ed elementi visualizzabili lato "frontend". VitueMart è un componente per Joomla.
- moduli Blocchi di codice di dimensioni contenute che possono essere impiegati per mostrare contenuti specifici all'interno della struttura del sito web Joomla. Citiamo, a titolo esemplificativo, mod_latestnews: si tratta di un modulo che mostra gli ultimi contenuti aggiunti alla sezione "Notizie".
- plugins Sono pezzi di codice piuttosto complesso che operano "in background" per eseguire attività specifiche in risposta a certi eventi.
- linguaggi Estensioni che consentono di tradurre l'interfaccia del sito in altre lingue.
- template Si tratta delle "personalizzazioni" visuali per l'interfaccia di Joomla.


Tutte le estensioni sono gestibili ricorrendo al menù Estensioni di Joomla.


I più scaricati del mese

Realizzare un sito di e-commerce con Joomla e VirtueMart / prima puntata - IlSoftware.it - pag. 2