2670 Letture

Red Hat e Novell presentano le nuove versioni di Linux enterprise

Red Hat e Novell hanno tolto il velo, quest'oggi, su alcuni aggiornamenti che riguardano le versioni enterprise dei rispettivi sistemi operativi Linux.

Red Hat Enterprise Linux (RHEL) 5.2 integra numerose migliorie sul versante virtualizzazione, crittografia e sicurezza nonché alcuni aggiornamenti per quanto riguarda l'interfaccia desktop.
L'update arriva ad una distanza di 15 mesi dal rilascio di Red Hat Enterprise Linux 5 ed aggiunge il supporto, su un unico sistema, di 64 CPU e di 512 GB di memoria: è quindi possibile installare la piattaforma di Red Hat anche su configurazioni hardware particolarmente evolute, nate - ad esempio - per gestire molteplici macchine virtuali.
Stando a quanto dichiarato dalla società, il lavoro si è concentrato anche nella riduzione del consumo energetico.

Dal punto di vista dell'utente, RHEL 5.2 offre un supporto migliore per le modalità sospensione, ibernazione e ripristino - impiegate sui sistemi portatili - insieme con l'aggiunta di driver video aggiornati. La distribuzione Linux di Red Hat si arricchisce anche di una vasta schiera di applicazioni desktop opensource, tra le quali OpenOffice.org 2.3 e Firefix 3.0.


Per quanto riguarda Novell, invece, la società ha annunciato la disponibilità del Service Pack 2 per SUSE Linux Enterprise 10. Tra le principali novità, la gestione centralizzata degli aggiornamenti software che consente agli amministratori di sistema di distribuire agevolmente gli update sui vari client collegati alla LAN aziendale.
Le altre migliorie riguardano la virtualizzazione: SUSE Linux diventa ora in grado di eseguire macchine virtuali Windows Server 2003 e Windows Server 2008. E' inoltre possibile "convertire" un'installazione "fisica" in una macchina virtuale gestibile da SUSE Linux.

Tra le altre novità, c'è il supporto per IPv6 oltre ad una maggiore interoperabilità con Windows ed Office.

Red Hat e Novell presentano le nuove versioni di Linux enterprise - IlSoftware.it