1629 Letture

Rush finale per OpenOffice 2.0.

Ultime battute per OpenOffice 2.0, la cui versione beta è attualmente in fase di Quality Assurance (QA). Se la stabilità della versione verrà garantita (tra le innovazioni, ricordiamo che evolve il formato dei file, nel formato aperto e standardizzato Open Document XML) si passerebbe alla fase di consolidamento, il che permetterebbe il rilascio tra luglio e settembre.
E sono molti ad attendere la versione definitiva della suite "open" per l'ufficio che in soli tre anni ha superato i 40 milioni di download dal sito download.openoffice.org/2.0beta/index.html ed ha registrato una quota di mercato che secondo gli analisti sarebbe del 10%, con un numero di utenti raggiunti per ogni download pari a 2,5.
Altro segnale che indica l'interesse di un sempre maggior numero di utenti al mondo del software libero sono i download della versione 2.0 che dall'inizio del 2005 (periodo in cui è iniziata la fase di beta testing) sono stati maggiori di quelli della versione stabile 1.1.4.
Dal punto di vista della facilità d'uso e dell'interoperabilità OpenOffice 2.0 rappresenta un passo in avanti rispetto alla versione precedente e segna la nascita di una nuova generazione di suite per l'ufficio completamente svincolate dai formati proprietari dei file, a vantaggio degli utenti, siano aziende, enti governativi o utenti finali.
Disponibile in oltre 40 versioni linguistiche, tra cui anche il gaelico, le lingue bantu dell'Africa e l'armeno, OpenOffice.org nel nostro paese è supportato dal Progetto Linguistico Italiano OpenOffice.org (PLIO), it.openoffice.org che ha lo scopo anche di coordinare le attività di traduzione, marketing e comunicazione del progetto.
www.01net.it

Rush finale per OpenOffice 2.0. - IlSoftware.it