1941 Letture
Samsung Galaxy Note 8, presentato il nuovo phablet dalla pesante eredità

Samsung Galaxy Note 8, presentato il nuovo phablet dalla pesante eredità

Samsung prova a mettersi alle spalle le sfortunate vicende che hanno "funestato" il lancio del precedente Note 7. Il Galaxy Note 8 è un dispositivo "ultimo grido" che propone un Infinity Display QHD+ Super AMOLED da 6,3 pollici, pennino digitale S-Pen e doppia fotocamera posteriore.

Pubblico delle grandi occasioni a New York per accogliere l'arrivo sul mercato del nuovo Samsung Galaxy Note 8, phablet che ha l'importante compito di far dimenticare, presto e bene, gli incidenti che hanno seguito il lancio del predecessore, poi definitivamente ritirato dalle vendite.

Samsung Galaxy Note 8, presentato il nuovo phablet dalla pesante eredità

Già nel video di presentazione dell'evento, Samsung ha chiesto nuovamente scusa per quanto accaduto nel caso del Note 7 e ha ringraziato i clienti per la fiducia comunque riposta nell'azienda.

Le principali caratteristiche del nuovo Galaxy Note 8 erano conosciute già da qualche tempo raccogliendo via a via quando rivelato da "voci di corridoio": Samsung Galaxy Note 8, ecco come si presenterà il prossimo 23 agosto.


Samsung Galaxy Note 8, presentato il nuovo phablet dalla pesante eredità

Il nuovo Note 8 è quindi un phablet che si pone nella scia dei Galaxy S8: presenta bordi un po’ più squadrati e dispone della penna digitale S-Pen. In fatto di design, nessuna "sorpresa" rispetto ai leak circolati nelle ultime settimane.



Durante la presentazione, i portavoce di Samsung hanno poi subito confermato la presenza di vari sensori biometrici che permettono il riconoscimento facciale e il rilevamento dell'iride.


Per quanto riguarda lo schermo confermata la presenza dell'Infinity Display QHD+ Super AMOLED da 6,3 pollici con rapporto d'aspetto 18,5:9.

Il Galaxy Note 8 è il primo smartphone di casa Samsung dotato di doppia fotocamera posteriore: la prima fotocamera consta di un obiettivo con grandangolo da 24 mm ed entrambe offrono la stabilizzazione ottica dell'immagine. Da 12 Megapixel ciascuna, la prima è contraddistinta da un'apertura focale f/1.7 mentre la seconda f/2.4.
Da software l'utente ha la possibilità di impostare eventualmente l'"effetto sfocato": la fotocamera grandangolare acquisisce comunque uno scatto standard in modo da avere a disposizione anche una foto "normale" sulla quale lavorare.
La fotocamera frontale è da 8 Megapixel con apertura f/1.7.

Mediante la S-Pen gli utenti del nuovo Galaxy Note 8 avranno anche la possibilità di prendere appunti anche mentre il phablet è in stand-by. Di fatto il Note 8 si trasforma in un dispositivo versatile che in caso di necessità di trasforma in un blocco di appunti.
Sempre tramite la S-Pen si potranno creare AGIF quindi realizzare testi che inviati a un contatto "si animano" automaticamente.

I tecnici di Samsung hanno poi confermato la presenza dell'assistente digitale Bixby che però, al momento, supporta solo inglese e coreano. Per qualunque tipo di valutazione, quindi, bisognerà attendere l'uscita dell'italiano.

Con il Note 8, Samsung dimostra di aver lavorato ancora su DEX, il sistema che trasforma il dispositivo in uno strumento utilizzabile con mouse e tastiera. Basta collegare il phablet a un monitor o un TV usando un'apposita base e un cavo HDMI.
Le app Android ottimizzate da Samsung possono funzionare in finestra o a tutto schermo mentre le app "non ottimizzate" solamente in finestra. Durante la presentazione odierna, DEX ha permesso di trasferire una chiamata avviata su dispositivo mobile sulla TV o il monitor collegati.
L'idea alla base dello sviluppo di DEX è ovviamente quella di permettere l'utilizzo del device mobile come se fosse un PC desktop: al netto delle enormi differenze in termini architetturali, il professionista può usare il suo Note 8 anche con mouse e tastiera insieme con tutti i dati in esso memorizzati una volta tornato a casa o in ufficio.


In termini di memoria RAM, il Note 8 poggia su 6 GB LPDDR4 e verrà commercializzato nelle versioni con 64, 128 o 256 GB di storage (espandibili grazie alla presenza di uno slot per schede micro SD).
Galaxy Note 8 arriva con certificazione IP68, Android 7.1.1 Nougat preinstallato ed è un dispositivo dual nano SIM ibrido con supporto LTE Cat. 16, Wi-Fi dual band, Bluetooth 5.0, GPS, NFC e USB Type-C. La batteria da 3.300 mAh assicura una ricarica veloce con Qualcomm QC 2.0.

Il debutto sul mercato del Galaxy Note 8 è fissato per il prossimo 15 settembre. Il costo del phablet è di 999 euro: coloro che pre-ordineranno il dispositivo (dal 23 agosto al 14 settembre) riceveranno in omaggio il sistema DEX. Le colorazioni disponibili sono Midnight Black e Maple Gold.

Samsung Galaxy Note 8, presentato il nuovo phablet dalla pesante eredità - IlSoftware.it