1979 Letture

Samsung Galaxy Note7, 5,7 pollici con scanner dell'iride

Confermate le anticipazioni delle scorse settimane. Il nuovo Galaxy Note7 di Samsung, dotato di schermo Super AMOLED da 5,7 pollici (risoluzione 2560x1440 pixel), offre il pennino S-Pen, è resistente all'acqua (certificazione IP68) e integra uno scanner dell'iride.
Il nuovo sistema di autenticazione biometrica può essere usato per sbloccare il dispositivo mobile e accedere in sicurezza ai propri contenuti, esattamente come accade con il lettore di impronte digitali. Lo scanner dell'iride si rivela molto preciso quando viene utilizzato ad una distanza compresa tra 25 e 35 cm dal viso.

In Europa - Italia compresa - il Galaxy Note7 arriverà con il processore Exynos 8890 realizzato dalla stessa Samsung. Si tratta di un octa core: quattro core lavorano a 2,3 GHz; i restanti quattro a 1,6 GHz.
Negli Stati Uniti, Cina e Giappone, invece, il Galaxy Note7 utilizzerà un SoC Snapdragon 820.

Samsung Galaxy Note7, 5,7 pollici con scanner dell'iride

Per quanto riguarda le altre caratteristiche salienti della dotazione hardware, Galaxy Note7 poggia su 4 GB di memoria LPPDR4 e 64 GB di storage interno, espandibili grazie alla possibilità di connettere una scheda microSD (fino a 256 GB).


Le fotocamere, posteriore e frontale, sono da 12 e 5 Megapixel: quella principale usa un sensore con stabilizzatore ottico mentre entrambe hanno un basso rapporto focale (f/1.7).
La batteria, infine, è da 3.500 mAh e ne viene garantita la ricarica rapida, anche in modalità wireless. Presente una porta USB Type-C che può essere usata anche per collegare il caricabatterie.



Il sistema operativo preinstallato è, ovviamente, Android 6.0.1 "Marshmallow" ma è già sicuro che il Note7 sarà successivamente aggiornabile ad Android 7.0 "Nougat".


Samsung Galaxy Note7 sarà disponibile in Italia a partire dal 2 settembre prossimo (nei colori Blue Coral, Silver Titanium e Black Onyx) al prezzo consigliato di 879 euro.


  1. Avatar
    Mao99
    03/08/2016 16:45:44
    Come già detto da qualcun altro, questi sistemi di protezione biometrici sono sicuri in ambito familiare/amicizie perchè basta tenerti fermo la testa e far leggere l'iride (nel caso di questo articolo, per impronta sarebbe il dito) per sbloccare facilmente tutto il tuo cellulare da chiunque. Per questo motivo quoto altro utente che aveva posto il problema e quoto che una password lunga+complessa è molto meglio, basta non rivelarla. Personalmente non condivido di bloccare il cellulare (non salvarci i dati delle carte di credito ecc..) in quanto in caso di perdita chiunque può leggerti la rubrica e chiamarti per restituirtelo (se onesto), infatti io non lo blocco mai (anche se ho nascosto antifurto) ed infatti (per grande fortuna) quando l'ho perso mi hanno chiamato a casa per ridarmelo (grazie infinite..).
Samsung Galaxy Note7, 5,7 pollici con scanner dell'iride - IlSoftware.it