32831 Letture

Sco: la battaglia continua

1,6 milioni di dollari. A tanto ammontano le perdite registrate da Sco nel quarto trimestre dell'anno. Perdite sicuramente ridotte rispetto ai 2,7 milioni del pari periodo dell'anno precedente e tutte ampiamente ascrivibili alle forti spese legali sostenute dalla società nella sua battaglia per la difesa della proprietà intellettuale su Linux.
Nel frattempo, la battaglia continua e Sco ha reso noto di aver inviato una seconda tornata di lettere alle aziende che hanno adottato Linux nei propri sistemi informativi, con l'obiettivo di portarle a sottoscrivere il contratto di licenza che le metterebbe al riparo da qualsiasi altra ripercussione qualora l'esito della disputa sia a suo favore.
Le lettere sono state inviate tra l'altro alle aziende che compaiono nella classifica Fortune 1000, evidenziando come, con l'adozione di Linux, stiano di fatto utilizzando oltre 65 Abi (Application Binary Interface), di cui Sco detiene la proprietà.
Alcune Abi, ha dichiarato ufficialmente Sco malgrado lo scetticismo di Linus Torvalds e di Novell, sono protette da copyright e sono state copitate letteralmente dal codice Unix. Quest'ultimo richiamo è separato e distinto da quelli inclusi nella causa intentata la scorsa primavera contro Ibm, e chiama direttamente in causa aziende e fornitori.
La pena prevista per i contravventori, secondo Sco, sarebbe di 30.000 dollari in caso di violazione inconsapevole, e fino a 150.000 dollari in caso consapevolezza e volontarierà.
www.01net.it

Sco: la battaglia continua - IlSoftware.it