7889 Letture

Scontro sul "downgrade" a pagamento da Vista a XP

Microsoft ha voluto dire la sua in merito ad un'azione legale promossa da un'acquirente californiana che aveva acquistato, nel marzo 2008, un notebook Lenovo con installato Windows Vista e che si è vista richiedere la somma di 59,25 dollari per l'effettuazione di un "downgrade" a Windows XP.
La società di Redmond ha precisato di non raccogliere alcun introito allorquando l'utente richieda un "downgrade" da Vista ad XP. "Microsoft non richiede né riceve alcun compenso addizionale quando l'utente decida di esercitare i suoi diritti di downgrade", ha commentato David Bowermaster, portavoce del colosso fondato da Bill Gates. Sarebbe infatti il produttore di personal computer a applicare tariffe aggiuntive.

Va tuttavia ricordato come solamente i possessori di sistemi dotati di versioni "Business" ed "Ultimate" di Windows Vista abbiano titolo per richiedere un "downgrade" a Windows XP Professional. Gli utenti di Windows Vista Home Premium, ad esempio, non hanno diritto ad accedere alla procedura di "downgrade".


La causa intentata nei confronti di Microsoft dalla cittadina di Los Angeles si configura come "class action" e critica, tra l'altro, la politica dell'azienda che avrebbe puntato esclusivamente su Vista senza contiuare a commercializzare anche sistemi basati su Windows XP.

  1. Avatar
    devil26
    25/02/2009 13:58:47
    Vista diciamo che è stato un buco nell'acqua da parte di Microsoft anche perche il mercato ora come ora richiede portatili poco potenti ma sistemi leggeri e funzionali. Questo è proprio il contrario di quello che ha bisogno Vista: tanta ram mangiata in gran parte dalla grafica e un bel processore generoso. Basta vedere le percentuali vendita&utilizzo: Vista si è venduto pochissimo e microsoft questo l'ha capito. Chissà come mai il nuovo nato Windows 7 è leggero ed installabile anche sui portatili un po' datati.
  2. Avatar
    jacopo
    18/02/2009 17:37:15
    Citazione: 2) Mi sembra veramente assurdo che Vista, una volta installato sull'HD impedisca la reinstallazione di XP (a chi ha il disco a disposizione) se non dopo complicate procedure di ripulitura.
    Perchè mai dovrebbe "impedire" la reinstallazione di XP ? :|
  3. Avatar
    Speedy036
    18/02/2009 17:24:28
    Se Vista funzionasse a dovere potrei capire, ma visto che in tanti si stanno lamentando non mi sembra poi così sbagliato pretendere il downgrade gratuito (anche per le versioni non PRO). Sarebbe stato più logico: 1) Commercializzare PC con XP upgradabile a Vista a scelta del Cliente finchè il sistema e i driver per perifieriche non siano stabili e largamente reperibili. Inoltre c'è da considerare la polemica del marchio Vista Capable. Utenti che hanno acquistato PC teoricamente in grado di sostenere il nuovo SO, sono rimaste scottate alla prima occasione. 2) Mi sembra veramente assurdo che Vista, una volta installato sull'HD impedisca la reinstallazione di XP (a chi ha il disco a disposizione) se non dopo complicate procedure di ripulitura. Posso capire che MS prenda le sue brave precauzioni per combattere il cracking, ma che ci obblighi a tenerci un SO di cui non siamo soddisfatti no.
  4. Avatar
    sue
    18/02/2009 09:11:14
    Ma è mai possibile che la gente si lamenti sempre? Bisogna lamentarsi se una distribuzione non vuole più commercializzare nuovi prodotti con un sistema operativo di 8 anni fa... Secondo me non sono da biasimare. Le case fanno pagare per passare da Vista a Xp... Fanno bene.. quei portatili sono nati per girare con vista, quindi portarli ad XP vuol dire perdere potenzialità ed arrivare a compromessi con i driver... io se fossi il tecnico che lo fa chiederei un compenso maggiore.
Scontro sul