Sconti Amazon
lunedì 11 ottobre 2004 di Michele Nasi e Davide Marche 271894 Letture

Server web: installazione, configurazione. Sviluppo di pagine dinamiche.


Dopo l'impostazione dell'alias, è necessario indicare la cartella che deve essere puntata ossia la directory su disco che contiene (od all'interno della quale si intende memorizzare) i file che costituiscono il sito web.


Come ultimo passo, è necessario specificare le autorizzazioni che si desiderano impostare per la directory virtuale in corso di creazione. Suggeriamo di attivare solo le caselle Lettura ed Esecuzione script. Cliccando sul pulsante Avanti quindi su Fine, si concluderà la procedura guidata. Come risultato, vedrete comparire all'interno del ramo Sito web predefinito, una nuova voce, corrispondente all'alias da voi scelto per la directory virtuale.

Cliccando con il tasto destro del mouse sulla directory virtuale "sitotest" appena creata quindi scegliendo Proprietà, avrete accesso alla finestra delle proprietà, molto simile a quella già vista in precedenza per il Sito web predefinito.


Sono due gli aspetti che, a questo livello, è bene sottolineare. Il primo riguarda la gestione della sicurezza. La scheda Protezione directory permette di stabilire le modalità con le quali un utente può accedere alla directory virtuale. Diversamente dalla versione server di IIS, in Windows 2000/XP Professional non è possibile controllare l'accesso in base all'indirizzo IP. Facendo clic sul pulsante Modifica, viene visualizzata la finestra Metodi di autenticazione: selezionando la casella Accesso anonimo è possibile fare in modo che chiunque possa accedere alla directory (pur consentendo di mantenere il controllo sulle sottodirectory e sui singoli file). Nonostante l'accesso sia "anonimo", l'utente verrà registrato nel sistema per mezzo di un account "ad hoc" (generalmente denominato IUSR_nomecomputer, ove "nomecomputer" è il nome associato al computer sul quale è in esecuzione IIS). Gli utenti anonimi non dovranno inserire alcun nome utente identificativo né alcuna password per accedere ad una directory virtuale sul vostro computer. Se su un server web di solito si deve consentire l'accesso ad un sito senza digitare alcun nome utente e password, sul vostro computer locale sarebbe bene inibire, per ragioni di sicurezza, qualsiasi forma di accesso anonimo.

Gli altri tre livelli di accesso richiedono l'identificazione dell'utente prima di consentire l'accesso alla directory. Attivando la casella Autenticazione di base vengono richiesti il nome e la password dell'utente. L'unico problema è che tali informazioni vengono trasmesse in chiaro e possono essere quindi intercettate consentendo ad utenti malintenzionati di accedere al sistema in modo non autorizzato. L'intercettazione può avvenire tramite un software (od un hardware) denominato sniffer, in grado di analizzare il contenuto di ogni pacchetto inviato e ricevuto. Le due opzioni successive sono utilizzabili in Windows 2000 Professional solo se la macchina è collegata ad un server di dominio.

L'opzione Autenticazione integrata di Windows sfrutta invece un metodo completamente diverso per l'identificazione dell'utente: in questo caso il sistema operativo effettua uno scambio di dati crittografati con il browser dell'utente grazie ad un metodo di certificazione digitale installato sul personal computer client insieme con il browser Internet.

Il secondo aspetto da evidenziare riguarda la priorità con la quale vengono visualizzati i documenti contenuti in una directory virtuale.

Nella scheda Documenti, è possibile indicare quali file devono essere mostrati se l'utente non richiede la visualizzazione di uno specifico file. Digitando, nella barra degli indirizzi del browser, l'URL http://localhost/sitotest, verrà dapprima cercato il file default.htm, se questo non viene trovato, IIS passa alla ricerca di default.asp. Se anche il file default.asp non è presente nella cartella, IIS ricerca iisstart.asp; se anche tale file risulta irreperibile, viene visualizzato un messaggio d'errore che segnala all'utente l'impossibilità di accedere alla directory.

La lista dei documenti predefiniti è liberamente personalizzabile.


Buoni regalo Amazon
Server web: installazione, configurazione. Sviluppo di pagine dinamiche. - IlSoftware.it - pag. 5