19107 Letture

Si stampa ancora troppo

Una ricerca promossa da Lexmark e condotta tra maggio e giugno di quest'anno su 1.413 dipendenti di banche e agenzie di assicurazioni europee (i dati sono stati raccolti, con intervista telefonica, da Mds Consulting in Italia, Bbcm in Francia, Ilkin Borg in Germania, Gcl nel Regno Unito, Funcorp in Spagna e talk2me in Norvegia), consente di stabilire che nonostante l'impiego delle moderne tecnologie e la spinta normativa, il settore finance è ancora lontano dalla trasformazione in digitale.
Motivo principale è la necessità o la preferenza a mantenere in forma cartacea molti documenti con valore legale.

Lo studio evidenzia che le modalità di document management attualmente adottate dal settore genera una perdita di redditività e un impatto negativo sulla produttività all'interno degli istituti bancari e assicurativi.
Nello specifico, l'indagine condotta ha evidenziato che nel comparto assicurativo il 14% dei dipendenti gestisce più di 100 moduli al giorno, mentre nelle banche questo dato sale al 16%.


In Italia lo scenario un terzo dei dipendenti (33%) del mondo assicurativo gestisce quotidianamente tra i 26 e i 50 documenti. In particolare, quasi la metà (49%) degli impiegati utilizza ogni giorno più di 20 minuti per gestire pratiche cartacee, come l'apertura di richieste di rimborso o la compilazione della modulistica per i nuovi clienti, mentre al 35% occorre più di un'ora.

Nelle banche la situazione è più critica: la percentuale dei dipendenti che impiega più di un'ora per trattare modulistica cartacea sale al 55% e il 37% di essi cura più di 100 documenti quotidianamente.
Complessivamente, in Italia, ogni impiegato del settore finance impiega all'anno 260 ore del proprio tempo per gestire la carta.


In relazione al numero di pagine stampate quotidianamente lo studio ha rilevato che in Italia il 23% del personale assicurativo e il 77% di quello bancario producono oltre 100 pagine al giorno, contro una media nazionale di 41 pagine prodotte da ogni impiegato.
Questi dati, tuttavia, se confrontati in analisi ponderata con altri mercati locali, mostrano una maggiore attenzione dei dipendenti del settore finance al problema dei consumi di carta: qui, infatti, la percentuale complessiva di carta sprecata è pari al 18% contro un 25% del comparto retail.


Si stampa ancora troppo - IlSoftware.it