giovedì 23 marzo 2017 di Michele Nasi 2589 Letture
Sicurezza Android, Google parla di grandi passi avanti nel suo report annuale

Sicurezza Android, Google parla di grandi passi avanti nel suo report annuale

Nel suo resoconto annuale Android Security 2016 Year in Review, Google dipinge quello del robottino verde come un sistema operativo sicuro, molto più che in passato. Il problema, però, resta la frammentazione e la scarsa propensione all'aggiornamento da parte di molti produttori.

Nel suo nuovo rapporto Android Security 2016 Year in Review Google ha dipinto un quadro incoraggiante per quanto riguarda il livello di sicurezza di cui possono godere i possessori di un dispositivo Android.

A una prima lettura la situazione sembrerebbe tutta "rose e fiori": nel documento consultabile a questo indirizzo i tecnici di Google spiegano che grazie ai miglioramenti apportati al sistema automatico di verifica delle app pubblicate sul Play Store, il numero di applicazioni potenzialmente dannose è sceso dallo 0,15% del 2015 allo 0,05% del 2016.
Un dato certamente rilevante che però non viene suffragato dettagliando il numero di app malevole scoperte lo scorso anno nello store.

Sicurezza Android, Google parla di grandi passi avanti nel suo report annuale

È vero, rispetto ad Apple che effettua un controllo manuale su ogni singola app pubblicata, Google utilizza un approccio più aperto abbinando a una scansione lato server anche il sistema di controllo Verifica app, che risulta abilitato in modo predefinito nelle più recenti versioni di Android.
Verifica app agisce sul dispositivo mobile dell'utente verificandone costantemente il funzionamento e prevenendo possibili pericoli (suggeriamo di accedere alle impostazioni del sistema operativo, toccare l'account Google quindi selezionare le voci Sicurezza, Verifica app).

Metà dei dispositivi Android non hanno ricevuto alcun aggiornamento di sicurezza

Come abbiamo spiegato nell'articolo Qual è il sistema operativo più sicuro per dispositivi mobili?, il vero problema di Android - oltre alla sua eccessiva frammentazione (tante versioni del sistema operativo contemporaneamente in circolazione) - è che molti produttori hardware continuano a non distribuire gli aggiornamenti.


In altre parole, Google risolve mensilmente le problematiche di sicurezza che possono essere davvero sfruttate da parte dei malintenzionati, anche mediante la distribuzione di app che possono fare leva su tali problematiche, ma in molti casi gli aggiornamenti vengono ignorati dalle aziende che producono e commercializzano smartphone e tablet Android.


La situazione è migliorata ma la metà degli utenti Android continua a non ricevere alcun aggiornamento di sicurezza.
"C'è ancora molto lavoro da fare", ammettono Adrian Ludwig e Melinda Miller nel report annuale sulla sicurezza di Android. "Circa la metà dei dispositivi in uso nel 2016 non hanno ricevuto neppure un aggiornamento di sicurezza durante tutto l'anno precedente".

Da parte nostra, suggeriamo di controllare sempre quanto indicato nella sezione Info sul telefono o Info sul tablet nelle impostazioni di Android, alla voce Livello patch di sicurezza Android.
Se la data riportata non fosse recente e non si ricevessero mai degli aggiornamenti, soprattutto nel caso in cui si utilizzasse una vecchia versione di Android, il nostro consiglio è quello di valutare l'installazione di una ROM di terze parti: Aggiornamento Android, come effettuarlo quando sembra impossibile.