2058 Letture

Sophos: crescono le frodi azionarie

Da Sophos arrivano i risultati di una ricerca sulle più diffuse categorie di spam prodotte nei primi sei mesi del 2005, dalla quale non solo si conferma che i messaggi di posta elettronica che pubblicizzano medicinali e prestiti a basso tasso di interesse continuano ad infastidire gli utenti e a bloccare le reti aziendali, ma anche si sottolinea come stiano aumentando nuove e pericolose categorie di spam.
Secondo Sophos, il volume di frodi azionarie on line riguardante le aziende è cresciuto mensilmente di una percentuale pari al 10%, rappresentando l'8,5% di tutto il traffico di spam prodotto.
Le e-mail indesiderate che offrono medicinali o cure costituiscono il 40% del traffico totale.
La Top Five delle categorie di spam da gennaio a giugno 2005 è la seguente: 1. Cure/Pillole 41,4% 2. Mutui 11,1% 3. Contenuti per adulti 9,5% 4. Frodi azionarie 8,5% 5. Prodotti 8,3% Altro 21,2% In particolare, Sophos sottolinea come " l'incremento delle frodi azionarie on line rappresenta una preoccupante minaccia di tipo finanziario".
Le campagne di spam relative alle frodi azionarie on line sono normalmente di breve durata, mantenendosi complessivamente su volumi bassi. La maggior parte impiega metodi che creano confusione, usando piccole variazioni all'interno delle parole, come ad esempio 'st0ck' o 'stox', per evitare di essere riconosciute dai filtri antispam. I messaggi possono arrivare in formati diversi, per esempio in Html o solo testo, e vengono inviati per lo più da pc "zombie" infettati.
www.01net.it

Sophos: crescono le frodi azionarie - IlSoftware.it