4503 Letture

Spyware: il 2005 un annus horribilis

L'incremento costante nella sofisticazione delle minacce e delle modalità di diffusione degli spyware associato alla crescita allarmante nel numero di attacchi e accessi non autorizzati ha indicato il 2005 anno simbolo dello spyware: tale considerazione deriva dallo State of Spyware Report pubblicato da Webroot Software, sviluppatrice di software antispyware.
Dunque, dati e informazioni relativi alla piaga dello spyware in un anno in cui consumatori e aziende, grandi e piccole, hanno subito un numero elevato di infezioni da parte delle forme di spyware più pericolose. Allarmante la crescita delle forme più insidiose: trojan horse e system monitor, come i keystroke logger. Tra terzo e quarto trimestre 2005, il numero di infezioni da trojan horse è salito del 9% per le aziende, e il numero di system monitor è aumentato del 50% per trimestre.
Anno molto positivo, invece, dal punto di vista degli sviluppatori di spyware: si contano molte aziende negli USA che hanno subito un attacco con perdita di fatturato; i crimini informatici costano alle aziende americane un 10% in più rispetto ai furti di identità, e oltre 60 volte il costo di frodi di telecomunicazione, come confermato dall'FBI. Allarmante anche la quantità di perdita di dati, in oltre 130 sfondamenti di sicurezza che hanno esposto più di 55 milioni di americani a una vasta gamma di attività illegali, tra cui infezioni spyware e furti d'identità.
Finché ci saranno soldi e opportunità, lo spyware continuerà a progredire in termini di tecnologia e sofisticazione. I keylogger che utilizzano driver kernel-level sono ormai diventati sempre più comuni, e l'uso di codice polimorfico continua a aumentare; intanto, i cyber criminali incrementano gli sforzi per sfuggire a identificazioni e rimozioni, mantenendo il fatturato.
Gli sviluppatori di spyware sono ben consapevoli del fatto che gli utenti dispongono di qualche sorta di applicazione di sicurezza sul proprio PC, tuttavia sanno che molte di esse non proteggono da tecnologie quali trojan horse e keylogger. Unico modo per proteggersi, allora, è l'utilizzo di un software anti-spyware riconosciuto, che includa aggiornamenti frequenti e automatici.
L'intero State of Spyware Report è disponibile a questo indirizzo, previa registrazione.
www.01net.it

Spyware: il 2005 un annus horribilis - IlSoftware.it