3305 Letture

Steve Ballmer parla della riorganizzazione di Microsoft

È attraverso una lunga lettera che Steve Ballmer, CEO di Microsoft, alla fine della scorsa settimana ha annunciato a tutti i dipendenti la nuova importante riorganizzazione di cui da tempo si parlava. La riorganizzazione della società di Redmond è destinata a rendere concreto il "remaking" di Microsoft, come definito dallo stesso Ballmer in apertura della Worldwide Partner Conference di Houston pochi giorni fa. Si tratta di un cambiamento che viene descritto come epocale perché Microsoft si appresta a trasformarsi in una realtà che poggia su device e servizi.

La riorganizzazione, sostiene nel suo messaggio il CEO, è volta a garantire l'applicazione della strategia annunciata ormai un anno fa e avviata con il lancio di Windows 8 e di Surface. Oggi Microsoft sembra matura per la nuova spinta.
Secondo Ballmer, il colosso di Redmond si muove oggi linearmente partendo dalla "concettualizzazione dei prodotti e dall'innovazione, arrivando al marketing e alle vendite, senza dimenticare la necessità di garantire eccellenza operativa nell’ambito dei servizi cloud, dei datacenter e di tutta la supply chain essenziale in un mondo di device e servizi".


L'idea alla base della nuova organizzazione è quella di dar vita a una ”One Company”, imprimendo dunque una visione unitaria sull'azienda senza più fare leva su di "un insieme di strategie divisionali".
Serve una visione d'insieme che porti a guardare all’offerta prodotti in modo olistico e non come un insieme di isole ciascuna a sé stante. Parimenti, al mercato, ai clienti e ai partner deve arrivare un messaggio più coerente, così come più coerenti dovranno essere le attività dei team di sviluppo.

Microsoft sarà riorganizzata per funzioni: Engineering, Marketing, Business Development ed Evangelizzazione, Strategie Avanzate e Ricerca, Finance, Risorse Umane, Affari Legali, COO (Chief Operating Officer), cui fanno capo anche attività sul campo, supporto, attività commerciali e IT.
Il gruppo di Engineering lavorerà su quattro aree chiave: OS, Apps, Cloud e Devices, mentre resta ancora separata l’attività relativa a Dynamics, che richiede, nelle parole di Ballmer, un focus speciale.


Ma non si tratta semplicemente di rivedere la struttura aziendale; quel che conta, per Ballmer, è come l’azienda riuscirà a cambiare le sue modalità operative.
La capacità di dare risposte dinamiche e veloci alle richieste del mercato diventa essenziale: "dobbiamo prendere le giuste decisioni e prenderle in fretta", sostiene il CEO, che invita anche a cambiare le modalità di comunicazione, non più semplicemente orientate allo scambio di informazioni, ma al guadagno in termini di agilità e capacità di risposta. Microsoft vuole insomma imparare a coltivare la capacità di essere collaborativi, ovvero di coordinarsi con maggiore efficacia, di prendere decisioni, e di farlo con motivazione.

www.01net.it

  1. Avatar
    Arsenico78
    15/07/2013 23:41:32
    Ballmer, vai a casa che hai capito ben poco!
Steve Ballmer parla della riorganizzazione di Microsoft - IlSoftware.it