7914 Letture

Steve Jobs rivela le prossime novità di casa Apple

Si sono da poco spente le luci sul palco dello Yerba Buena di San Francisco. Qui Steve Jobs in persona ha presentato alcune novità che Apple ha in serbo e che accompagneranno il colosso di Cupertino verso le prossime festività natalizie.

iPod: è rivoluzione

Evento musicale doveva essere ed evento musicale è stato. Apple ha infatti annunciato "il più importante rinnovo di sempre della gamma di iPod", come ha sottolineato lo stesso Steve Jobs. E in effetti le novità che caratterizzano i nuovi shuffle, nano e touch sono di tale rilievo da porre più di una generazione di distanza dai modelli che vanno a sostituire. Vediamole in dettaglio.

Il prodotto più rappresentativo della gamma, il touch, ha fatto sue tutte le innovazioni introdotte nell'iPhone 4, diventando a tutti gli effetti "un iPhone senza la capacità di telefonare", come ha detto Jobs. Più sottile del modello precedente, ha visto l'integrazione dello schermo Lcd Retina (con risoluzione di 960x640 pixel), della videochiamata FaceTime (consentita grazie alla presenza di una videocamera forntale), della registrazione video HD (tramite una seconda videocamera sul retro), del chip Apple A4 e del giroscopio a 3 assi. A ciò si aggiunge la funzione Game Center, portata in dote dal nuovo iOS 4.1, che consente di sfidare e giocare con gli amici o di essere abbinati automaticamente a nuovi sfidanti. D'altra parte, ha evidenziato Jobs, "non bisogna dimenticare che l'iPod touch è la più diffusa piattaforma di mobile gaming al mondo: ha infatti superato del 50% quelle di Nintendo e di Sony".

Come anticipato, il nuovo iPod touch include iOS 4.1, la più recente versione del sistema operativo mobile Apple che, oltre a FaceTime, il multitasking, le cartelle e Game Center, integra anche una nuova funzione per la creazione di foto in HDR (high dynamic range), ottenute dalla combinazione automatica di più foto dello stesso soggetto in un'unica immagine. Migliorata anche l'autonomia: secondo i dati della società, il nuovo iPod touch offre fino a 40 ore di riproduzione audio e fino a sette ore di riproduzione video con una sola carica della batteria.


Il nuovo iPod touch sarà disponibile a partire dalla prossima settimana ai seguenti prezzi: 239 euro per il modello da 8GB, 309 euro per il modello da 32GB e 409 euro per il modello da 64 GB.

Totalmente rivoluzionato anche l'iPod nano, che perde la tastiera a favore di uno schermo Multi-Touch, fatto questo che ha consentito praticamente di dimezzarne dimensioni e peso. Tra le altre novità spicca un elegante chassis in vetro e alluminio lucido con una clip integrata che lo rende più facile da indossare. Inoltre, offre la funzione Mix Genius e la possibilità di creare e modificare playlist e integra una radio FM con Pausa live (per poter riprendere l'ascolto di una trasmissione in un secondo momento). fino a 24 ore di riproduzione musicale con una sola carica.

Attraverso l'interfaccia Multi-Touch, iPod nano di Apple consente di accedere a brani, artisti, album e playlist con un tocco o sfiorando il display con le dita. Per accedere alla schermata Home basta tenere premuto un dito sul display, mentre con due dita è possibile ruotare lo schermo se, per esempio, il lettore è fissato capovolto (tramite la nuova clip). E infine possibile personalizzare la schermata Home semplicemente trascinandovi icone da altre schermate, come accade nell'iPod touch.

In vendita dalla prossima settimana, il nuovo iPod nano costerà 169 euro nella versione da 8GB e 199 in quella da 16GB. Entrambi i modelli sono disponibili nei colori argento, grafite, azzurro, verde, arancione e rosa.

Importante rinnovo anche per il piccolo di famiglia, lo shuffle, che è stato interamente riprogettato. In questa nuova versione ritornano a grande richiesta degli utenti i pulsanti cliccabili ad “anello”, che si affiancano alla tecnologia VoiceOver di Apple. Il nuovo iPod shuffle è indossabile, ha uno chassis interamente in alluminio con una clip integrata ed è disponibile in cinque colori: argento, azzurro, verde, arancione e rosa. Con un'autonomia della batteria del 50% circa superiore rispetto ai modelli precedenti, il nuovo iPod shuffle offre oltre 15 ore di riproduzione audio con una sola carica; lo spazio di memorizzazione rimane di 2GB di spazio.

Nuovo è invece il supporto di Mix Genius, la funzione di iTunes che crea automaticamente mix di brani scelti dalla libreria degli utenti che “suonano bene insieme”.
Il prezzo del nuovo iPod shuffle sarà di 55 euro.

iOS 4.1 è pronto ma si aspetta la versione 4.2

Se la presentazione di Apple ha avuto come punto focale il rinnovo degli iPod, come sempre c'è stata qualche sorpresa. Tra queste, l'annuncio della prossima versione 4.1 del sistema operativo mobile iOS.

Disponibile come download gratuito a partire dalla prossima settimana - in concomitanza con la messa in commercio del nuovo iPod touch - oltre alla risoluzione di un certo numero di anomalie, l'iOS 4.1 porterà con sé alcune interessanti novità come, per esempio, la possibilità di dar vita in automatico a foto high dynamic range (HDR) a partire da più scatti del medesimo soggetto, la funzione Game Center (consente di sfidare e giocare con gli amici o di essere abbinati automaticamente a nuovi sfidanti) e l'uploading di video HD via Wi-Fi.

Arriverà anche la funzione AirPlay, un'evoluzione di AirTunes che permetterà di riprodurre in streaming tramite iTunes i contenuti audio, video e foto di un qualsiasi dispositivo dotato di sistema operativo iOS. Ovviamente, l'apparecchio di elezione a cui inviarli è la nuova Apple TV. AirTunes consente anche di definire da quale dispositivo attingere tali contenuti.

L'iOS 4.1 è un importante aggiornamento ma sarà riservato solo all'iPhone e all'iPod touch.
L'upgrade universale, ovvero quello destinato anche all'iPad (e quindi probabilmente il più atteso), Jobs ha assicurato che arriverà invece a novembre. Tra le novità più rilevanti integrerà la stampa wireless, una funzione molto richiesta dagli utenti del tablet Apple.


Apple TV: Jobs ripropone il dispositivo "riveduto e corretto"

Jobs ha speso un bel po’ di parole sulla nuova Apple TV. La prima versione del dispositivo, lanciata quattro anni fa, non ha riscosso il successo sperato. Apple ci riprova presentando un prodotto nuovo, decisamente più "alla moda" e, soprattutto, molto più compatto rispetto al "media center" lanciato nel 2006.
La Apple TV "2.0", oltre a presentare dimensioni contenutissime (sta nel palmo di una mano), costerà meno rispetto al predecessore: 99 dollari. Disponibile nei negozi statunitensi nel giro di quattro settimane, la nuova Apple TV sarà in grado di collegarsi ad una rete wireless oppure attraverso il classico cavo Ethernet. In questo modo, il dispositivo potrà scaricare contenuti multimediali dalla rete Internet.
Jobs ha spiegato che la Apple TV non effettuerà alcuna operazione di "sincronizzazione" con uno o più personal computer ma, sprovvista di hard disk, consentirà lo streaming diretto di contenuti provenienti dalla Rete. "Gli utenti non vogliono misurarsi con una semplice unità di storage", ha sentenziato Jobs. "Non vogliono effettuare operazioni di sincronizzazione con il contenuto del personal computer". Ecco allora che gli utenti potranno noleggiare film in alta definizione al costo di 4,99 dollari e ricevere programmi televisivi dai principali network per la somma di 0,99 dollari. Sarà possibile, ovviamente, riprodurre i contenuti provenienti da altre sorgente sul web, quali YouTube e Netflix.
Poggiando sulla funzionalità "AirPlay", la Apple TV sarà in grado di effettuare lo streaming anche da altri dispositivi Apple dotati del sistema operativo iOS 4.2.
La Apple TV "generazione 2010" sarà dotata, oltre al supporto per Wi-Fi e collegamento Ethernet, anche di uscita audio ottica e di uscita HDMI. Il processore montato è un Apple A4 (il medesimo che viene utilizzato negli iPad, nell'iPhone 4 oltre che nel nuovo iPod Touch). Standard video supportato sarà il 720p (niente Full-HD, quindi).


Il nuovo iTunes 10, rinnovato dal punto di vista grafico, proporrà "Ping", una funzionalità capace di interfacciarsi con i social network e nata per confrontarsi, tra amici e conoscenti, sui rispettivi gusti musicali.

Steve Jobs rivela le prossime novità di casa Apple - IlSoftware.it