5387 Letture

Svizzera: velocità minima pari a 1 Mbps per tutti

Applicando la logica del servizio universale, il Consiglio federale svizzero ha decretato un aumento della velocità di trasmissione garantita per scaricare dati da Internet e ha ridotto il prezzo massimo applicabile da parte dei provider.

Dal primo marzo 2012 la velocità minima di trasmissione tra rete e utente passerà da 600 Kbps a 1 Mbps.
Scenderà da 69 a 55 franchi al mese (poco più di 44 euro) IVA esclusa il prezzo massimo di un collegamento a tale velocità.

In Svizzera la concessionaria del servizio universale è Swisscom che, attualmente, è obbligata a fornire un collegamento dati in grado di garantire la connessione a Internet a una velocità di 600 Kbps in download e di 100 in upload.

L'opportunità di imporre, su tutto il territorio europeo, una velocità minima per le connessioni a banda larga e, quindi, di estendere i collegamenti Internet al concetto di "servizio universale", è stata recentemente valutata anche dalla Commissione Europea. Neelie Kroes, commissario europeo per l'agenda digitale, aveva però chiarito che non è parso ragionevole, almeno allo stato attuale, stabilire nulla di simile: si rischierebbe di toccare un nervo molto sensibile e di distorcere il mercato: "lo sviluppo delle reti nei vari Paesi europei si trova ad un livello molto diverso".


Ulteriori informazioni su quanto deciso a Bruxelles sono disponibili in questo nostro articolo.

www.01net.it

Svizzera: velocità minima pari a 1 Mbps per tutti - IlSoftware.it