5403 Letture

Thunderbird cresce ancora e torna d'attualità

Tre anni fa sembrava che il noto client di messaggistica Thuderbird fosse ormai sul viale del tramonto. Mozilla aveva spiegato come lo sviluppo dell'applicazione non fosse più in cima alla lista delle priorità (vedere il nostro articolo dell'epoca: Mozilla accantonerà lo sviluppo di Thunderbird).

Ma sono proprio i tecnici di Mozilla, oggi, a far presente che la base di utenti di Thunderbird sta continuando a crescere. "Siamo felici di segnalare che sono sempre di più gli utenti che utilizzano Thunderbird", si legge in una nota apparsa sul blog ufficiale.

Per dipingere un quadro della situazione, Kent James (Mozilla) ha preso come riferimento il valore ADI (active daily installations). Si tratta di un numero che riflette l'utilizzo giornaliero di Thunderbird da parte degli utenti e che solitamente è approssimato per difetto: chi ha installato Thunderbird può non eseguirlo tutti i giorni oppure può bloccare l'applicazione via firewall in modo tale che non colloqui coi server di Mozilla.


Globalmente, secondo Mozilla, vi sarebbero oltre 9 milioni di utenti Mozilla che impiegato attivamente l'applicazione ogni giorno. Una crescita netta, rispetto ad esempio al 2008, quando gli utenti attivi erano meno di 4 milioni.

Thunderbird cresce ancora e torna d'attualità

La nazione dove si contano il maggior numero di utenti Thunderbird è la Germania. Seguono Giappone, Stati Uniti e Francia. L'Italia si posiziona molto in alto, al quinto posto della classifica generale.


Nonostante si viva ormai l'era del "tutto sul cloud", a questo punto, dopo la celebrazione del traguardo raggiunto, Thunderbird sembra tornato in primo piano.
"Stiamo lavorando alacremente per preparare il lancio della prossima major release: Thunderbird 38, a maggio 2015", ha fatto presente James. "Condivideremo le novità che stiamo aggiungendo già nel corso delle prossime settimane".

  1. Avatar
    miki64
    01/03/2015 12.39.54
    In un momento in cui la gente impazzisce per i social network e relative chat e app tipo Whatsapp, dopo che era già impazzita in passato per Messenger di Microsoft e dopo che era già impazzita per gli SMS e prima ancora non rinunciava ad Outlook Express, ecco finalmente una bella notizia per il buon, vecchio, affidabile client di posta elettronica open source Mozilla Thunderbird.

    Questo software ha avuto però fondamentalmente tre "aspetti" che non ne hanno decretato il pieno successo, purtroppo indipendenti dalla bontà intrinseca del prodotto:
    1) Mozilla non lo ha mai promosso come si deve. Neppure nelle sue guide (SUMO) che anche in inglese sono imprecise (i traduttori italiani invece si fanno in quattro per sopperire agli errori).
    2) Il software è molto completo con rubriche, antispam, filtri e tutto il resto efficace però manca inspiegabilmente di alcune funzioni elementari (colonne di stato nell'albero degli account, conferma della cancellazione, backup macchinoso). Per contro, le estensioni che sopperiscono a tali mancanza sono spettacolari e forniscono un surplus di funzioni senza pari!
    3) Troppi problemi sono legati non al prodotto ma a fattori esterni che inficiano l'efficacia di Thunderbird: antivirus troppo aggressivi che mettono in quarantena l'intera Inbox quando arriva un messaggio infetto (e quindi sembra che Thunderbird "fa sparire la posta"), parametri di connessione variati in continuo per contrastare programmi tipo FreePOPs o Html2POP3 da gestori quali gli ottusi Libero, Wind e Infostrada (e quindi sembra che Thunderbird "non si connette più"), limite dei 4 GB nel file system del sistema operativo Windows (e quindi sembra che Thunderbird "non mi conserva più i miei 250.000 messaggi di posta"), ostruzionismo da parte di alcuni fornitori di caselle di posta elettronica che hanno consigliato per anni solo un prodotto Microsoft sul quale sapevano metterci le mani e dare quindi qualche indicazione utile per la configurazione, utilizzo in Italia di uno standard per la posta certificata - la PEC - che non è uno standard internazionale,...e via di questo passo, .

    Quando finirà questa mania di social stupidaggini forse finalmente Thunderbird potrà raccogliere il successo che merita, visto che uno dei servizi più utili di Internet è proprio la posta elettronica!
  2. Avatar
    Mago di Oz
    01/03/2015 10.37.22
    Sono molto contento che continuino nello sviluppo, è un software meraviglioso che uso da molti anni. :D :D :D
    Grazie della bella notizia, ciao
Thunderbird cresce ancora e torna d'attualità - IlSoftware.it