8124 Letture

Trasformare lo smartphone in videocamera di sorveglianza

Oggi molti di noi cambiano lo smartphone molto più frequentemente che in passato. Il risultato è che alcuni dispositivi mobili spesso finiscono per restare dimenticati in un cassetto. Anziché "pensionarli" definitivamente, tali device possono trasformarsi in una versatile videocamera di sorveglianza, capaci di reagire agli eventuali movimenti rilevanti nell'ambiente in cui sono posizionati.

Un'app che si sta ponendo in evidenza si chiama Manything ed è disponibile nelle versioni per Android e Apple iOS:

- Manything per Android
- Manything per iOS

L'applicazione funziona bene, a parte rare eccezioni, con tutti i dispositivi mobili più vecchi (al momento non supporta ancora Android 6.0 Marshmallow) e consente di registrare o inviare "live" in remoto quanto rilevato dalla fotocamera posteriore o anteriore dello smartphone (o del tablet).


Manything consente di ricevere un messaggio d'allerta non appena dovessero essere rilevati dei movimenti. La funzionalità di motion detection può essere impostata in maniera tale da ignorare movimenti entro una certa area.

Per controllare la videocamera remota o visualizzare il flusso video in streaming, è possibile effettuare il login, con il proprio account, sul sito di Manything oppure usare un altro dispositivo mobile Android o iOS.

Trasformare lo smartphone in videocamera di sorveglianza

All'avvio di Manything, infatti, si dovrà scegliere se il dispositivo correntemente in uso sarà usato come videocamera di sorveglianza (Camera) oppure verrà impiegato per controllare le immagini da remoto (Viewer).

Trasformare lo smartphone in videocamera di sorveglianza

Toccando Camera quindi il pulsante rosso sulla destra, verrà avviata la registrazione delle immagini.


L'icona raffigurante un piccolo ingranaggio dà modo di accedere ad un ricchissimo ventaglio di regolazioni, alcune delle quali piuttosto avanzate.

Trasformare lo smartphone in videocamera di sorveglianza

Si può ad esempio stabilire in quali situazioni deve avvenire la registrazione delle immagini, impostare la sensibilità del meccanismo di rilevazione del movimento ed eventualmente escludere delle zone dall'area di monitoraggio.

Trasformare lo smartphone in videocamera di sorveglianza

Manything offre anche la possibilità di regolare la qualità del flusso video in modo da adattarla anche alla tipologia di connessione che si sta utilizzando.

Trasformare lo smartphone in videocamera di sorveglianza

L'"interruttore" Allow cellular data dovrebbe essere lasciato disattivato se si prevedesse di usare esclusivamente la connessione WiFi (ad esempio con uno smartphone sprovvisto di SIM). Nel caso in cui si decidesse di attivare tale funzione, si dovrebbe verificare attentamente il volume di dati generato da Manything e il quantitativo di dati offerto dall'operatore mobile prescelto su base mensile.

Uno dei grandi vantaggi di Manything è la possibilità di interfacciare l'applicazione con IFTTT.
Accedendo a questa pagina si può trovare una lunga lista di "ricette" già pronte che permettono di legare Manything con altri servizi e realizzare anche attività complesse con un approccio elementare.


Per maggiori informazioni su IFTTT, suggeriamo di fare riferimento ai seguenti articoli:
- Controllare dispositivi connessi alla rete con IFTTT
- Programmare invio di un messaggio su Android

Grazie a IFTTT, si può ad esempio fare in modo che Manything venga attivato o disattivato quando si esce o si rientra in casa o in ufficio; accendere automaticamente le luci quando dovesse essere rilevato un movimento; ricevere via mail, programmaticamente, tutte le registrazioni video; attivare Manything in certi orari; quando il rilevatore di fumo dovesse segnalare un allarme, abilitare Manything e così via.


Trasformare lo smartphone in videocamera di sorveglianza - IlSoftware.it