1577 Letture

Trend Micro: dopo il 2004, è ancora allarme virus per il 2005

A 2004 appena concluso, Trend Micro traccia un bilancio definitivo. Tutt'altro che incoraggiante, a guardare i soli numeri.
16.880 i programmi pericolosi rilevati e documentati, 37.822.805 infezioni registrate in tutto il mondo, con una media mensile di 3.151.900 infezioni. E a questo scenario non certo roseo, si aggiunge il debutto dei virus dei cellulari e il forte aumento di fenomeni come lo spam e il phishing.
Lo scorso anno, il volume di spam (1.681.773 messaggi) ha raggiunto il 60% delle e-mail inviate: il 34,45% dello spam è stato di tipo finanziario e un ulteriore 20% di argomento sanitario.
Per quanto riguarda invece il phishing, Trend Micro ha registrato complessivamente 9.709 messaggi. E non va trascurata la crescente diffusione di spyware e adware.
Non manca, nel report di Trend Micro, la classifica dei codici maligni più diffusi, dominata dalla famiglia del worm mass-mailer Netsky, presente con tre varianti. Al primo posto, la versione Worm_Netsky.P.
Dei 16.880 nuovi codici maligni rilevati nel 2004, i Trojan horse hanno fatto la parte del leone con il 33% del totale. I programmi backdoor, una tipologia di Trojan horse con capacità di accesso in remoto, hanno totalizzato un ulteriore 22%. I worm ammontano a oltre un quarto (26%) dei malware rilevati.
E poi, come accennato, sono comparsi i primi virus dei cellulari. A giugno è stata scoperta la prima "dimostrazione concettuale", seguita poi in autunno dalle prime minacce reali.
Sempre nel corso dell'anno è stato scoperto il primo virus che colpisce il sistema operativo Windows a 64 bit.
E per il 2005, Trend Micro è certa della necessità di non abbassare la guardia. Phishing e spam continueranno a essere fonte di preoccupazione per gli utenti, mentre gli attacchi ai cellulari rappresenteranno una minaccia sempre più concreta e insidiosa.
www.01net.it

Trend Micro: dopo il 2004, è ancora allarme virus per il 2005 - IlSoftware.it