1979 Letture

Tutte le vulnerabilità sotto controllo con Network Software Inspector

Dopo il successo ottenuto con il suo "Software Inspector", applicazione Java in grado di verificare l'esistenza di possibili vulnerabilità in una trentina di applicazioni di utilizzo comune (Acrobat Reader, Flash Player, Quicktime, Eudora, iTunes, Internet Explorer, MSN Messenger, Windows Media Player, Mozilla Firefox, Thunderbird, Opera, Skype, Java, WinAmp, WinZip, ZoneAlarm) oltre che nei sistemi operativi veri e propri, Secunia lancia la versione beta di un'interessante applicazione "stand alone": Network Software Inspector.
Il programma, che occupa meno di 1 MB di spazio (e che quindi può essere agevolmente memorizzato nella propria chiavetta USB con le utility più importanti), si incarica di esaminare la configurazione oltre 4.000 applicazioni eventualmente installate sul sistema oggetto dell'analisi. "Network Software Inspector", tra l'altro, provvede a verificare anche lo stato di quei programmi che non sono più supportati dal rispettivo produttore poiché hanno ormai superato il loro "ciclo di vita".
Al primo avvio il software provvede a scaricare dai server di Secunia il database aggiornato contenente le informazioni su tutti i software oggetto d'esame. A questo punto l'utente può decidere se avviare la scansione del sistema in uso (Inspect this host) oppure controllare uno o più sistemi collegati in rete locale inserendone il nome oppure il relativo indirizzo IP (pulsante New group).
Per ogni software installato, "Network Software Inspector" controlla la presenza di eventuali vulnerabilità di sicurezza che non siano state opportunamente sanate applicando le patch di sicurezza rilasciate dal produttore. Selezionando ciascun programma indicato come "non sicuro" (insecure), il software di Secunia offre suggerimenti per la risoluzione del problema.
Per poter utilizzare "Network Software Inspector", è necessario partecipare alla fase di "beta testing" compilando il modulo pubblicato in questa pagina.

Tutte le vulnerabilità sotto controllo con Network Software Inspector - IlSoftware.it