199203 Letture

Tutti i segreti dei Service Pack. Come usare MBSA.

L'unica innovazione che subito balza agli occhi, dopo l'installazione del Service Pack 1 per Windows XP è la possibilità di configurare, direttamente dall'interfaccia utente, le applicazioni che si desidera utilizzare per navigare in Internet (browser), per consultare la posta elettronica, per visualizzare file multimediali (lettore multimediale), come software di messaggistica istantanea, come macchina virtuale in grado di processare le applet Java (Java Virtual Machine).
Cliccando sul pulsante Installazione componenti di Windows è ora possibile eliminare tutti i riferimenti a Outlook Express, Internet Explorer, Windows Media Player e Messenger. Purtroppo non si tratta di una disinstallazione vera e propria: vengono "nascosti" tutti i riferimenti ai programmi inclusi insieme con Windows ma i file che li compongono restano sul disco fisso ad occupare spazio. Chi volesse passare ad utilizzare, ad esempio, browser "alternativi" dovrà comunque continuare a tenersi anche Internet Explorer sul proprio personal computer.

E' stata, inoltre, ulteriormente migliorata la funziona Aggiornamenti automatici, accessibile dal Pannello di controllo cliccando due volte sull'icona Sistema: tale funzionalità provvede a prelevare dal sito web di Microsoft, le patch e gli aggiornamenti utili per mantenere sicuro e performante il proprio sistema operativo.


Il Service Pack 1 per Windows XP, apre la strada all'installazione del .NET framework (prelevabile da qui) cliccando sul link Get the Microsoft .NET Framework Redistributable quindi scegliendo la voce Italiano: si tratta di un file "pesante" (circa 20 MB) che rende il sistema operativo in grado di far uso delle nuove applicazioni .NET ossia di tutti quei programmi, creati, ad esempio, con la nuova suite Microsoft Visual Studio .NET e che saranno in grado di interfacciarsi in modo "naturale" con il web e con i dispositivi di nuova generazione come computer palmari e telefoni cellulari (per maggiori informazioni, potete fare riferimento a questa pagina).

Al termine dell'installazione, anche il browser Internet Explorer 6.0 risulterà aggiornato al Service Pack 1: per verificarlo avviatelo, cliccate sul menù ? (punto interrogativo) quindi su Informazioni su Internet Explorer. Nella stessa finestra accanto alla voce Versioni aggiornamento dovreste leggere SP1.


All'atto dell'installazione del Service Pack 1 per Windows XP, accertatevi di spuntare l'opzione Archivia file: in questo modo, qualora doveste notare dei problemi potrete agevolmente tornare alla situazione precedente l'SP1. Per procedere alla disinstallazione del Service Pack 1, accedete al Pannello di controllo, fate doppio clic sull'icona Installazione applicazioni, scorrete l'elenco sino ad individuare la voce Windows Service Pack 1, selezionatela quindi cliccate sul pulsante Rimuovi. Qualora, per una qualsiasi ragione, decidiate che il Service Pack 1 per Windows XP non fa per voi, accertatevi di installare le principali patch di sicurezza per il browser Internet ed utilizzate il software XPdite per risolvere una grossa vulnerabilità del sistema operativo.

Con Windows XP, aveva introdotto un sistema di attivazione delle proprie copie: il cosiddetto Windows Product Activation (WPA): il sistema operativo analizza i componenti hardware che costituiscono il personal computer e crea, in base ai dati reperiti, uno speciale codice poi combinato con il "Product ID" personale, allegato alla confezione di Windows XP acquistata. Il Windows Product Activation è stato concepito, insomma, per legarsi indissolubilmente alla macchina sul quale il sistema operativo viene installato. Poiché WPA si basa sull'hardware per creare l'Installation ID, se amate tenervi al passo coi tempi e cambiare spesso la configurazione hardware del vostro personal computer, potreste vedervi costretti a ricontattare il supporto tecnico Microsoft per richiedere nuovamente un nuovo codice.
Inoltre, se l'utente non provvede a registrarsi entro 30 giorni dal momento dell'installazione di Windows XP, non gli sarà più possibile accedere al sistema se non previa attivazione della sua copia.
Con il Service Pack 1 per Windows XP, Microsoft ha introdotto un sistema volto all'immediato riconoscimento delle copie pirata del sistema operativo. Qualora, infatti, il Service Pack venga installato su una copia illegale di Windows XP, la procedura di setup verrà interrotta e verrà mostrato un messaggio che informa sul fatto che il codice utilizzato per l'installazione di Windows XP non è valido. Il messaggio suggerisce di contattare il proprio amministratore di sistema od il proprio fornitore per ottenere un codice corretto. Leggendo le indiscrezioni comparse sul web, sembra che sia in particolare uno il codice ad essere stato inserito nella "lista nera" di Microsoft (visitando qualche newsgroup è facile accorgersi di quante persone utilizzino, in tutto il mondo, il medesimo codice "piratato").
Se utilizzate una copia di Windows XP "piratata" il nostro consiglio è di evitare di installare il Service Pack 1 e, piuttosto, di affrettarvi nell'acquistare una copia originale del sistema operativo.
Va registrato, comunque, come Microsoft stessa si stia muovendo per fornire, in particolare in ambito aziendale, degli strumenti per la modifica dei codici di Windows XP. Qualche tempo fa è addirittura comparso un articolo sulla Knowledge Base Microsoft (http://support.microsoft.com/default.aspx?scid=kb;en-us;Q328874) che spiega all'utente, in modo dettagliato, come modificare il "Product Key" di Windows XP. In un articolo correlato Microsoft spiega che, in alcune circostanze, l'installazione del Service Pack 1 potrebbe non risultare possibile (viene mostrato il messaggio d'errore citato in precedenza).

Tutti i segreti dei Service Pack. Come usare MBSA. - IlSoftware.it - pag. 3