7626 Letture

Ubuntu 11.04: abbandono di GNOME in favore di Unity

In occasione dell'Ubuntu Developer Summit appena svoltosi in Florida, il fondatore di Ubuntu - Mark Shuttleworth (nella foto) - ha annunciato che la shell Unity diverrà l'interfaccia utente di default anche nelle versioni desktop della distribuzione Linux. Come abbiamo già evidenziato in questo articolo, Unity è stata impostata - a partire dalla release 10.10, rilasciata pochi giorni fa - come interfaccia predefinita nella versione "Netbook" della distribuzione Linux.

Secondo Shuttleworth, a partire dalla versione 11.04 "Natty Narwhal" - il cui rilascio è previsto per fine aprile 2011 -, verrà introdotto quello che definisce "il cambiamento più significativo di tutti i tempi". L'introduzione, in ambiente desktop, della nuova interfaccia Unity viene definito come un "passo rischioso", soprattutto anche in forza del lavoro che deve ancora essere compiuto per preparare la transizione. Sebbene Canonical sembri divergere sempre più da GNOME, Shuttleworth ha voluto rimarcare che la distribuzione continuerà ad essere vicina a questo "desktop environment", anche se si deciderà di passare stabilmente a Unity.


Sebbene Canonical non sia l'unica a guardare ad una versione "rivisitata" del desktop environment GNOME, sulla community di Ubuntu non sono mancate molte critiche. Shuttleworth però è convinto e spiega che tutti dovranno comunque impegnarsi a collaborare con FreeDesktop.org per assicurare che nei vari desktop environment siano integrati meccanismi standardizzati in grado di facilitare l'integrazione e l'interazione con le applicazioni sviluppate da terzi.

Unity sarà insomma il cuore dell'ambiziosa "roadmap" che porterà, tra circa sei mesi, al rilascio della versione definitiva di Ubuntu 11.04. Come sottolineato dal magnate sudafricano, il supporto per "multitouch" rappresenterà una delle priorità più pressanti: sebbene le prime novità siano state già introdotte in Ubuntu 10.10 è d'ora in poi che gli sviluppatori aggiungeranno le funzionalità più evolute. "L'hardware multitouch diverrà presto disponibile sulla maggioranza dei dispositivi portatili", ha profetizzato Shuttleworth.

  1. Avatar
    jacopo
    05/11/2010 21:31:50
    Citazione: In ogni caso è stato chiarito che sarà sempre possibile scaricare Gnome dalla repository quindi avanti con Unity. D'altro canto sui netbook è stato un gran bel miglioramento anche se ci sono ancora ampi margini...
    Ti correggo, Gnome Shell. Ma questo non è mai stato in dubbio, a quanto mi risulta. :wink:
  2. Avatar
    iskander66
    05/11/2010 18:30:51
    In ogni caso è stato chiarito che sarà sempre possibile scaricare Gnome dalla repository quindi avanti con Unity. D'altro canto sui netbook è stato un gran bel miglioramento anche se ci sono ancora ampi margini...
  3. Avatar
    jacopo
    28/10/2010 01:54:01
    Concordo, è una bella sfida e di conseguenza si corrono dei rischi. La versione attuale di Unity per la Netbook Edition soffre sicuramente di alcuni problemi di gioventù, tra i quali il fatto che richiede driver che supportino l'accelerazione 3D. Vedremo come Canonical intende gestire la cosa, se per esempio fornirà una versione funzionante con i driver 2D. D'altro canto pare confermato che Unity utilizzerà Compiz al posto di Mutter, quest'ultimo usato per l'appunto nella versione attuale di Unity per netbook. Questo dovrebbe risolvere una discreta parte di problemi riguardanti affidabilità, prestazioni e compatibilità hardware. Altro aspetto fondamentale è che Unity per desktop sarà differente da Unity per netbook, perchè si presume che non ci sia il disperato bisogno di risparmiare i pixel dello schermo.
  4. Avatar
    ellegi71
    27/10/2010 16:37:22
    Lo sto provando nel mio notebook in ubuntu 10.10 affiancato a Gnome, l'interfaccia è bella, ma deve ancora migliorare come usabilità; secondo me è una scelta coraggiosa da parte di Canonical e speriamo non azzardata. :shock:
Ubuntu 11.04: abbandono di GNOME in favore di Unity - IlSoftware.it